Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Scoperto come il cervello controlla il tempo

di
Pubblicato il: 18-01-2007
Sanihelp.it - Nella nostra mente esiste una sorta di metronomo cerebrale in grado di confrontare gli intervalli di tempo con cui si svolgono gli eventi che osserviamo o provochiamo, dandoci la percezione e l’esatta cognizione della loro durata.

Come sempre quando si parla di cervello le cose sono più complesse di quanto si possa immaginare e infatti sembra che nella nostra testa ci sarebbe più di un metronomo, ognuno dei quali scandisce un ritmo diverso. Ora una ricerca condotta nella Fondazione Santa Lucia di Roma dal gruppo del professor Carlo Caltagirone ha chiarito che la percezione del tempo negli eventi superiori al secondo è affidato alla corteccia prefrontale, mentre gli intervalli di tempo di più breve durata (di centinaia di millisecondi) sono percepiti dal cervelletto.

Il gruppo di ricercatori della Fondazione Santa Lucia ha utilizzato la stimolazione magnetica transcranica (TMS). I risultati sono stati pubblicati recentemente sulla rivista internazionale Experimental Brain Research.

Per gli studiosi di neuroscienze capire la specializzazione delle varie aree cerebrali deputate alla percezione del tempo è importante non solo per continuare a “mappare” il cervello umano ma anche per affrontare le varie patologie che inducono disturbi di vigilanza o deficit cognitivi. Parallelamente serve a chiarire il sistema di controllo di quelle azioni complesse basate su intervalli temporali molto brevi, come la musica, la danza e il linguaggio.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti