Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

La ricostruzione delle unghie

di
Pubblicato il: 31-01-2007

French tradizionale o nail art decorativa? Ecco un video per scoprire passo per passo i segreti della ricostruzione professionale, in collaborazione con Queen Nails.

Sanihelp.it - La ricostruzione delle unghie è un procedimento estetico complesso, che richiede esperienza e professionalità e viene eseguito solo in centri specializzati, come Queen Nails di Ornago (Mi).

L’operazione si suddivide in due fasi: la prima è la preparazione dell’unghia, e la seconda la sua ricostruzione vera e propria.
Si parte con il disinfettare le mani con un gel antibatterico, poi si passa a rimuovere i residui di smalto con un solvente delicato.
Quindi con la lima si accorcia l’unghia naturale, che deve essere quasi rasata a zero, lasciando solo pochi millimetri.

A questo punto si passa l’attaccatura dell’unghia con il pusher e si spinge indietro la cuticola, che va poi sollevata con lo scalzino e tagliata con il tronchesino. Fino a questo punto, il procedimento è lo stesso della manicure di base.

Dopo aver preparato l’unghia, si passa al trattamento specifico stendendo un disidratante e un aggrappante, ovvero un prodotto specifico per favorire l’assorbimento e la solidificazione delle resine usate nella ricostruzione.

Le possibilità di scelta, a questo punto, sono sostanzialmente due: il french bianco classico e la nail art decorativa, come in questo caso.
Nell’esempio vengono utilizzati due colori, il bianco e il viola, e dei brillantini Swarovski.

Per cominciare si applicata sull’unghia una forma in cartone che consente di sostenere il prodotto ricostruente, una pasta morbida trasparente a base di monomeri e polimeri che si indurisce a contatto con l’aria.

Si stende con un pennello una base sottilissima, che serve da sostegno al disegno successivo, realizzato a mano libera con l’aiuto di minuscoli pennelli.

Dopo aver realizzato il decoro è fondamentale intervenire subito sulla curvatura dell’unghia, utilizzando delle apposite pinze, in modo da darle una forma naturale.
Poi con un prodotto specifico l’unghia viene occlusa e sigillata, coperta come se fosse sotto vetro. Quindi si passa alla limatura, in modo da rendere l’unghia ricostruita sottile in punta e intorno alla cuticola, e più spessa al centro: più il risultato è sottile, più l’operatrice ha lavorato bene.

Per concludere, si perfeziona la limatura con una lima delicata per togliere i graffi, e si stende un olio protettivo intorno alle cuticole. Infine si passa un lucido che protegge dai raggi ultravioletti e fornisce lucentezza, e il lavoro è finito.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti