Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Soluzioni anticalvizie

di
Pubblicato il: 20-09-2001

Grazie a recenti studi condotti negli Stati Uniti, pare ci siano buone speranze di abbandonare le inutili lozioni o fiale o integratori e gli odiosi parrucchini.

Sanihelp.it - La calvizie androgenica, quella ereditaria e la maggiore responsabile della perdita dei capelli, è causata da un particolare ormone chiamato didrotestosterone (Dht), necessario per lo sviluppo del feto maschile, ma anche uno dei principali responsabili dell'indebolimento e della perdita dei capelli.
Si chiama dutasteride, un principio attivo in grado di interferire con le cause fisiologiche della calvizie; i primi test effettuati sembrano incoraggianti, il dutasteride si è dimostrato capace di rinforzare il follicolo dei capelli, evitandone l'atrofizzazione. L'efficacia pare sia dovuta all'inibizione del 5-alfa-riduttasi, l'enzima che trasforma il testosterone in Dht. Gli studi sono rivolti ora alla minimizzazione degli effetti collaterali, primo tra tutti il calo della libido, fino all'impotenza temporanea.
Attualmente, in attesa che il nuovo farmaco venga lanciato sul mercato, la soluzione anticalvizie più efficace è quella dell'autotrapianto. Ed anche qui la ricerca non si è fermata e si sperimentano tecniche sempre più innovative.
Invece di trapiantare dalla corona ippocratica, sopra le orecchie, intere "isole" di cuoio capelluto, oggi si prelevano i singoli follicoli, che daranno poi vita ai capelli.
Usando un microscopio ed un ago ad alta tecnologia, il Nokor Vented Needle, si estraggono i bulbi uno ad uno e si trapiantano nelle zone dove ormai i bulbi sono atrofizzati
A questo punto, i capelli ricresceranno naturalmente. Il tutto in maniera indolore, grazie all'anestesia locale, con una durata di 3-4 ore ed un costo che va dai 6 ai 9 milioni.
Sicuramente la soluzione ideale alla calvizie sarebbe capire e controllare a livello genico il meccanismo biologico con il quale i follicoli producono capelli, e ci stanno provando gli studiosi di mezzo mondo. In attesa della prima terapia genica anticalvizie le linee guida sono: evitare trattamenti con gel o tinture, pettinarsi poco, seguire una corretta alimentazione e non fumare.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti