Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Prendere il Viagra: parla l'andrologo

di
Pubblicato il: 02-02-2007

Sanihelp.it ha chiesto al dottor Mario Mancini, andrologo, l'iter diagnostico per la prescrizione del Viagra e qualche informazione utile a chi vuole assumere il farmaco.

Sanihelp.it - Qual è la procedura per ottenere la prescrizione del Viagra? Una regolare visita andrologica, che consiste in un’intervista al paziente su alcune semplici domande che riguardano le patologie precedenti e i farmaci che si assumono. Segue una storia dell'apparato genitale e infine una visita della regione genitale che può essere esterna, se riguarda testicoli e pene. In caso di disturbi a sospetta genesi prostatica, si può procedere a esplorazione rettale. La visita è perfettamente tollerata e spesso anche solo informativa. Per le coppie stabili è suggeribile recarsi in coppia in quanto la patologia genitale è talvolta comune ai partner soprattutto in presenza di infezioni ricorrenti non riconosciute o in presenza di infertilità o disfunzioni sessuali. Anche il medico di famiglia può prescriverlo? Si. In quali casi viene prescritto? In tutti i casi in cui si ha un reale deficit erettile. La corretta prescrizione presuppone che sia fatta una diagnosi completa che deve escludere patologie concomitanti. Esempio: in presenza di un’aterosclerosi bisogna prima indagare lo stato delle coronarie e del circolo sistemico, in presenza di una depressione bisogna prima affrontare il problema depressivo, in presenza di un’infezione prostatica bisogna eliminare anche quel disturbo. Altrimenti si rischiano inutili fallimenti terapeutici che aggravano il problema. Per questo il Viagra è un farmaco in genere non adatto al medico di base. In quali casi invece viene indicata una strada alternativa? Nel caso in cui le patologie sono molto gravi si ricorre alle iniezioni intracavernose o all’impianto di protesi del pene. Ci sono limiti d’età per l’assunzione? No. Quanti uomini si rivolgono a Lei mediamente in un anno per avere il Viagra? Oltre il 30% dei maschi che superano i 50 anni ha un problema più o meno evidente. I richiedenti sono a conoscenza delle caratteristiche del farmaco e soprattutto delle sue controindicazioni ed effetti collaterali? In generale no. Infatti è un farmaco e deve essere preso dopo prescrizione medica. Quali effetti indesiderati Le sono stati segnalati dai suoi pazienti? Arrossamento al volto e cefalea sono i più frequenti. In quali casi viene indicata una terapia di supporto psicologico? Se il paziente è seguito da un buon andrologo, raramente. A suo parere stiamo assistendo a una pericolosa generalizzazione / medicalizzazione del problema del deficit erettile (della serie: per qualsiasi problema, c’è il Viagra)? No. Tale farmaco è una buona molecola. Basta solo che rimanga nel circuito specialistico che ne garantisce l’impiego nei casi indicati. Quanto influisce sulla qualità della vita sessuale e sulla sintonia di una coppia l’uso del Viagra? Se esiste un disturbo erettile molto importante, il farmaco risolve o migliora uno stato di malattia per cui il singolo e la coppia vivono più sereni. La terapia è risolutiva? Il trattamento con questi farmaci può essere curativo e risolvere il problema. Oggi si dibatte sulla presenza di una malattia vascolare subdola che colpisce prima le arterie del pene e poi le coronarie e gli altri distretti. Le scuole italiane tra le prime al mondo hanno dimostrato l’utilità terapeutica di un trattamento riabilitativo con questi farmaci. È necessario che il paziente con disfunzione erettile faccia una diagnosi precoce molto accurata dai migliori specialisti andrologi. In tal caso può scoprire in anticipo patologie al loro esordio e fare prevenzione per altri problemi successivi. Infine, quanto costa il Viagra? Circa 10 euro a compressa.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti