Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Sesso a san Valentino, le italiane sono le più attive

di
Pubblicato il: 13-02-2007
Sanihelp.it - Il 59 per cento delle donne italiane ha uno o più rapporti sessuali alla settimana: un vero e proprio record che colloca il nostro Paese al primo posto nella speciale classifica sulle donne più attive sessualmente del Vecchio continente. Seguono le ceche 57%), le russe (56%), le francesi (55%) e le spagnole (54%); ultime le austriache con una percentuale del 38%.
È quanto emerge dallo studio Yasminelle, un’indagine internazionale condotta su 11.490 donne di età variabile fra i 15 e i 49 anni di 14 nazioni e coordinata dal Prof. David Cibula, Presidente della Società Europea di Contraccezione. L’indagine è stata presentata a Berlino in occasione dell’arrivo di Yasminelle, la prima pillola anticoncezionale a basso dosaggio di estrogeni con benefici extracontraccettivi dovuti all’ormone di sintesi drospirenone, che contrasta la ritenzione idrica determinata dagli estrogeni, eliminandone i possibili fastidiosi effetti collaterali. Oltre alla frequenza dei rapporti sessuali, l’indagine ha evidenziato un dato preoccupante sulla prima volta: il 30% delle donne interpellate non ha utilizzato alcun tipo di protezione, correndo quindi il rischio di una gravidanza indesiderata, e solo il 20% ha consultato un ginecologo e discusso di contraccezione anteriormente al primo rapporto. In media le donne europee usano per la prima volta metodi anticoncezionali all’età di 18 anni, ma con notevoli differenze tra i diversi Paesi: in Germania e in Scandinavia a 16 anni, mentre in Italia e in Spagna le donne sono già sulla soglia dei vent’anni. Analizzato anche il ruolo del partner: secondo la media europea, circa il 75% degli uomini è coinvolto nella scelta del metodo contraccettivo. Ma se in Austria la percentuale dei partner coinvolti è dell’89%, Francia (67%) e Repubblica Ceca (63%) si dimostrano poco propense ad una scelta condivisa. La pillola è leader tra i metodi contraccettivi: il 34% delle intervistate la utilizza, vivendo il rapporto con più serenità e soddisfazione della media. Ma in Italia la percentuale si abbassa al 29%, collocando il nostro Paese tra gli ultimi nell’uso di questo metodo anticoncezionale.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti