Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Viagra senza ricetta? Basta conoscere

di
Pubblicato il: 22-02-2007

Non esiste un vero mercato nero, almeno non di grosse dimensioni. Però sembra abbastanza semplice trovare sottobanco la pillolina blu.

Sanihelp.it - Trovare il Viagra senza ricetta medica non è un operazione difficilissima. Abbiamo fatto una piccola indagine chiedendo a conoscenti, colleghi e amici e ne è venuto fuori che un metodo abbastanza comodo per recuperare il Viagra senza ricetta è quello di avere la compiacenza del farmacista o dello stesso medico che fornisce sotto banco qualche pastiglia di Viagra.

È il caso di Daniele F. 42 anni, impiegato in una grande azienda milanese. «non è assolutamente difficile trovare il Viagra soprattutto se hai un amico farmacista, e la stessa cosa vale per il Cialis.
Io per esempio ho chiesto a un amico che conosce un farmacista in provincia di Milano, so che l’ha ottenuta da lui, non so dire però attraverso quale giro. Se è mercato nero se è un passaggio sotto banco non ne ho idea.
La cosa singolare è che non ho nemmeno pagato, da quello che mi ha detto il mio amico però solitamente viene venduto a 45-50€»

Anche Mauro G, 37 anni programmatore, ha sfruttato le conoscenze. «Le volte che l’ho richiesto è arrivato senza problemi: ho un amico che ha un negozio accanto ad una farmacia, è amico del titolare, il gioco è fatto. Ho 40 euro, non se sia più caro della farmacia, mai andato».

Carlo F. 45 anni, operaio, è invece amico del medico. Io lo ho chiesto al dottore e lui mi ha fatto avere le compresse. Non mi chiedere costi e giri vari non mi va di dire altro.

Facendo un'indagine molto superficiale sembra che non esista un vero e proprio mercato nero del Viagra. Diciamo che c’è un giro di amicizie che porta a una distribuzione illegale abbastanza marginale e che sicuramente è difficile da inquadrare.

Del resto la stessa divisione antidroga della polizia di stato non indaga sul fenomeno in quanto il principio attivo non è inserto della tabella delle sostanze stupefacenti.

I giri sottobanco sono comunque vietati dalla legge e in particolare dall’articolo 445 del codice penale:

Somministrazione di medicinali in modo pericoloso per la salute pubblica:
Chiunque, esercitando, anche abusivamente, il commercio di sostanze medicinali, le somministra in specie, qualità o quantità non corrispondente alle ordinazioni mediche, o diversa da quella dichiarata o pattuita, è punito con la reclusione da sei mesi a due anni e con la multa da lire 200.000 a 2 milioni (c.p.448, 452, 515).


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
1.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti