Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Ricerca scientifica: Italia fanalino di coda europeo

di
Pubblicato il: 08-03-2007
Sanihelp.it - L’Italia ha sempre meno ricercatori (con 3 ogni mille occupati, contro i 17 della Finlandia, siamo ormai all’ultimo posto in Europa, dietro Portogallo, Grecia e i Paesi dell’Est) eppure i nostri sono, a sorpresa, tra i più produttivi del mondo, secondi solo agli svizzeri per media di pubblicazioni scientifiche per ricercatore e ben davanti a svedesi, francesi, tedeschi e americani.

Ma il futuro non appare promettente: i nostri studenti sono tra i meno preparati del mondo in matematica (solo greci, turchi e messicani fanno peggio di noi) e dimostrano scarso interesse ad iscriversi a facoltà scientifiche. L’Italia figura inoltre all’ultimo posto in Europa per numero di lettori di argomenti scientifici su quotidiani, riviste e internet, e agli ultimi posti per utilizzo regolare di computer e internet.

Questa situazione italiana si inserisce in un quadro europeo in cui le crescenti aspettative nei confronti dei progressi e i benefici apportati dalla scienza e della tecnologia trovano solo parziale riscontro nell’aumento degli investimenti in ricerca e sviluppo. Se è vero che la fiducia dei cittadini in ambiti di applicazione quali biotecnologie, nanotecnologie ed energia nucleare è in aumento, altrettanto evidente è che gli investimenti europei in ricerca e sviluppo non riescono a reggere il passo con quelli di Paesi come la Cina – dove tali investimenti sono cresciuti negli ultimi anni del 20% annuo.

Sono questi solo alcuni dei dati contenuti nell’Annuario Scienza e Società 2007, pubblicato dall’associazione Observa–Science in Society, con il sostegno della Compagnia di San Paolo.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Observa

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti