Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

La riscossa dei generici

di
Pubblicato il: 12-03-2007

I farmaci generici, ovvero non più coperti da brevetto, hanno due grandi meriti: costano meno, e abbassano i prezzi dei farmaci di marca. Ma l'Italia resta indietro...

Sanihelp.it - Ormai se ne parla sempre più spesso: i farmaci generici stanno prendendo piede sul mercato italiano. Si tratta di farmaci equivalenti al prodotto originale, di cui però è scaduta la protezione brevettale.
In poche parole, sono farmaci in tutto e per tutto equivalenti ai rispettivi prodotti che si fregiano di un nome commerciale, ma costano almeno il 20% in meno, secondo il testo della legge 425 dell’8 agosto 1996.
Nonostante l’apparente semplicità, non è facile riconoscere quanti e quali siano i generici attualmente disponibili in Italia. «Accanto ai farmaci generici puri chiamati con il nome della molecola», ha spiegato Giorgio Colombo, docente di farmacoeconomia dell’Università degli Studi di Pisa, nel corso della conferenza per il lancio della prima pillola anticoncezionale generica, «esistono medicinali con un marchio, detti branded, che però contengono un principio attivo non più coperto da brevetto, e sono sempre più economici rispetto all’originale».

Oltre all’immediato vantaggio in termini di risparmio economico, i farmaci generici comportano nel lungo periodo anche un altro grande vantaggio: contribuiscono, grazie al principio della libera concorrenza o price competition, a far abbassare anche il prezzo dei farmaci griffati.

Secondo gli ultimi dati S.A.V.E. (Studio Analisi Valutazioni Economiche di Milano), diffusi dall’Associazione Consumatori Utenti, i farmaci di marca più venduti sul mercato hanno subito una diminuzione di prezzo tra il 10 e il 65 per cento dal 2001 al 2005.
Vediamone alcuni nel dettaglio: 

Principio attivo   Marchio   Prezzo 2001 Prezzo 3/2005 +/- % 2005 vs 2001 Prezzo generico 3/2005
Aciclovir Zovirax® 123,38€ 57,63€ -53,29% 35,00€
Amoxicillina Velamox® 5,84€ 4,70€ - 19,52% 4,70€
Ceftriaxone Rocefin® 14,98€ 7,69€ - 48,66% 6,60€
Dicoflenac Voltaren® 5,78€ 5,14€ -11,07% 4,27€
Enalapril Enapren® 12,09€ 5,97€ -50,62% 5,50€
Fluoxetina Prozac® 12,96€ 4,50€ - 65,28% 4,50€
Nimesulide Aulin® 11,36€ 4,91€ -56,78% 2,90€
Fonte: S.A.V.E. srl, 2006


Nonostante questi vantaggi, l’Italia resta ancora il fanalino di coda per la distribuzione dei farmaci generici. Basti pensare che il loro volume di vendita nel 2004 si è attestato al 4,5%, contro il 10,4% della Francia e addirittura il 44,3% dell’Olanda. (dati S.A.V.E. 2006)

«In Italia il mercato dei generici fatica a decollare», ha chiarito Colombo, «servono degli incentivi e una politica di sostegno come accade negli altri Paesi, dove i governi, allo scadere dei brevetti, promuovono la produzione e la vendita dei generici. In Olanda si è arrivati a vendere generici per il 50% del totale».

E proprio in Olanda, ma anche in Inghilterra e Danimarca, i cosiddetti mercati maturi, il settore farmaceutico non è più considerato solo un costo per i Sistemi sanitari, ma anche un fattore di sviluppo tecnologico, economico e sociale.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti