Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Giovani, attenti agli sport pericolosi per la dieta

di
Pubblicato il: 21-03-2007
Sanihelp.it - Non sempre lo sport fa bene alla salute. Soprattutto per quanto riguarda i giovani. Secondo uno studio pubblicato sul Journal of the American Dietetic Association, infatti, i ragazzi che praticano sport nei quali il peso corporeo è importante, o percepito come tale, sarebbero più vulnerabili nei confronti di alcuni comportamenti poco salutari per il controllo della linea.
Stanto ai risultati pubblicati, gli adolescenti che praticano sport come il balletto, la ginnastica o il wrestling sarebbero maggiormente propensi all’assunzione di steroidi, lassativi e diuretici, oltre che all’induzione del vomito.

L’indagine è stata condotta più di 4500 giovani di età compresa tra i 12 e i 18 anni, ai quali è stato chiesto il tipo di sport praticato e se nella settimana e nell’anno precedente si fossero auto-indotti vomito, assunto pillole dietetiche, lassativi o diuretici o avessero praticato metodi estremi per il controllo del peso. 

Più del 20% dei ragazzi in esame praticava sport peso-relativi, e il 5,8% e il 4,2% di loro ha dichiarato di essersi indotti il vomito nella settimana precedente l’indagine e di aver fatto uso di diuretici nell’anno passato, contro, rispettivamente, lo 0,9% e lo 0,8% dei coetanei che si cimentavano in altri tipi di attività.
Anche nelle ragazze la pratica di sport nel quale è importante il peso corporeo è stata associata a una maggiore frequenza di induzione al vomito (6,6% contro 3,2% delle coetanee impegnate in altri sport) e di una maggiore assunzione di steroidi (6,5% contro 2,3%).
Alla luce di quanto emerso sarebbero utili programmi di prevenzione contro l’adozione di comportamenti poco salutari per il controllo del peso che riguardino non solo gli adolescenti, ma anche genitori e allenatori.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
NFI

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti