Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Un bel cane pulito e sano

di
Pubblicato il: 03-04-2007

Il benessere del nostro compagno di giochi è fondamentale sia per lui che per noi: ecco tutte le regole per la sua pulizia, e i suggerimenti per scoprire se è malato

Sanihelp.it - Vivere con un amico a quattro zampe non comporta solo piaceri, ma anche dei doveri. Il padrone, infatti, ha il compito di provvedere all'igiene e alla salute del cane, fondamentale per il benessere dell'animale ma anche per quello della sua famiglia. Ecco i controlli e le operazioni da eseguire con regolairtà:
  • Spazzolare il pelo, tutti i giorni, per eliminare polvere, terra e nodi che si possono formare, soprattutto nei cani a pelo lungo. Utilizzare per questa operazione una spazzola spedifica, a denti larghi per il pelo lungo e a denti più stretti per quello corto.
  • Fare il bagno al cane. Non esiste una frequenza precisa, ma normalmente si consilgia ogni 4 mesi: lavaggi troppo ravvicinati rischiano di intaccare la patina di sebo che ricopre il pelo e lo protegge. Lo shampoo ideale è quello apposito per cani, o in alternativa un ultradelicato come quello che si usa solitamente per i bambini. Lo shampoo secco, invece, è indicato solo per una pulizia veloce e saltuaria. Il cane potrebbe non amare l'impatto con l'acqua: in questo caso è bene procedere gradualmente, lasciando la testa per ultima, e facendo attenzione alla temperatura (rigorosamente tiepida!).
  • Pulire regolarmente occhi e orecchie. I primi con una soluzione di acqua borica su garza sterile (mai cotone idrofilo), le seconde con la punta di un cotton-fiock inumidito. Se il cane si gratta spesso occhi o orecchie, potrebbe avere un'infezione in corso: meglio portarlo dal veterinario.
  • Tenere sotto controllo i denti. Per prevenire la formazione di tartaro, è bene abituarsi a pulire i denti al proprio cane una volta la settimana, con uno spazzolino morbido o una garza e un pò di bicarbonato. Un pò di pane secco ogni tanto può aiutare, ma in caso di eccessivo deposito di tartaro non resta che ricorrere al veterinario per una pulizia dei denti in anestesia.
  • Tagliare le unghie. È un'operazione delicata per il rischio di intaccare la polpa, spesso difficile da riconoscere se l'unghia è scura. Per evitare errori, meglio portare il cane dal toelettatore per una limatura delle unghie periodica, soprattutto se vive in appartamento e cammina su superfici lisce.
Per avere un cane sano e in forma, però, non basta pensare alla sua pulizia. Il cane, infatti, può anche ammalarsi. Uno dei problemi più diffusi è senz'altro quello dei parassiti, ovvero pulci, zecche e acari. Per combatterli esistono molti prodotti specifici, dai collari antipulci ai detergenti specifici, ai disinfettanti per la cuccia.
L'importante è controllare attentamente il pelo del cane, soprattutto dopo una passeggiata all'aperto, ed eliminare gli eventuali ospiti indesiderati  un batuffolo imbevuto di trementina o benzina (mai strapparli!).
Per tutte le altre malattie, la prima regola è controllare spesso il proprio amico a quattro zampe: se non mangia, dorme troppo o troppo poco, non gioca, ha il tartufo secco o mucoso oppure lamenta dolori agli arti e fatica a camminare, non esitate a portarlo dal veterinario: niente fai-da-te improvvisato!


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti