Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Benefici dell'esercizio fisico

di
Pubblicato il: 04-09-2002

Anziani ed esercizio fisico: i molti benefici riscontrati convincono ad “allenarsi” con più impegno Secondo uno studio recente, gli anziani che cominciano a svolgere un programma regolare di attività fisica, visti i propri progressi, sarebbero molto motivati a seguire il programma con più costanza.

Sanihelp.it - Un articolo apparso in un supplemento del numero di Agosto dello “American Journal of Preventive Medicine”, riporta che il miglioramento della condizione fisica, la perdita di peso, una maggiore energia e le abitudini alimentari più salutari che derivano dal regolare esercizio fisico, sono alcuni dei benefici che hanno spinto un gruppo di persone anziane a perseverare nei propri sforzi.

Le scoperte indicano che questi e altri benefici dovrebbero essere enfatizzate nelle comunicazioni dei programmi per gli anziani, attraverso un regolare feedback e un'azione di supporto. Infatti, sebbene l’attività fisica possa far diminuire il rischio di malattie croniche e migliorare la qualità della vita, molte persone, specialmente gli adulti in età avanzata, rimangono “pigre”.

L’autore principale dello studio, il Dott. Glenn S. Brassington della Stanford University di Palo Alto, California, ha sottolineato come non sia sufficiente convincere una persona a iniziare un programma di esercizio fisico. Il segreto dell’efficacia dell’attività fisica risiede nel riuscire a produrre un cambiamento comportamentale o introdurre una componente motivazionale che spinga le persone di una certa età a capire quali benefici deriveranno dall’attività e a superare le reticenze legate all’esercizio fisico in quanto tale.

Lo studio è stato effettuato su 103 individui di almeno 65 anni in buona salute, con abitudini strettamente sedentarie. Alle persone in oggetto è stato prescritto un programma di esercizio fisico per migliorare la condizione cardiovascolare e la mobilità. Sono stati allenati per 4 volte alla settimana: 2 volte singolarmente a casa e 2 volte in gruppo.

Nell’anno successivo, educatori sanitari esperti, utilizzando la tecnica della consulenza telefonica, hanno fornito supporto e incoraggiamento ai pazienti che avevano accettato di sottoporsi allo studio, e valutato la loro fiducia e il loro impegno nel tempo. Brassington ha affermato che queste telefonate hanno aiutato i pazienti partecipanti allo studio a valutare meglio i miglioramenti fisici e psicologici acquisiti con il programma di allenamento seguito.

Un miglioramento dell’umore e della qualità del sonno ed un aumento dell’energia, sono stati solo alcuni dei benefici che hanno spinto i praticanti dell’esercizio fisico a perseverare. I ricercatori hanno constatato che, prima dell’inizio del programma di esercizi, la fiducia degli adulti era scarsa e poco collegata all’impegno nel seguire il programma.

Brassington e i suoi colleghi concludono che la percezione dei benefici derivanti dall’attività fisica, che si manifestano nell’aspetto fisico e nel peso, facciano comprendere ai partecipanti di aver portato avanti il proprio programma di esercizi con successo. La riflessione su questi benefici e il rendersi conto del miglioramento della propria mobilità, rispetto ai pari età, li potrebbe motivare per le attività fisiche future.

Lo studio ha dimostrato che circa l’80 % degli adulti in entrambi i gruppi ha seguito costantemente il proprio programma di esercizio fisico per oltre un anno.

Tratto da “American Journal of Preventive Medicine” (n° 23, anno 2002).


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti