Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Uno studio italiano scagiona i dolcificanti

di
Pubblicato il: 06-04-2007
Sanihelp.it - Buone notizie per i consumatori di dolcificanti. Una nuova ricerca italiana fornisce importanti rassicurazioni sull'ipotetico ruolo dei dolcificanti nell'insorgenza di alcune neoplasie, che è un argomento dibattuto fin dagli anni ‘70.

L’indagine è stata condotta tra il 1991 e il 2004, e ha preso in esame i dati relativi a circa 10.000 pazienti affetti da una neoplasia; in particolare 598 erano affetti da un tumore alla cavità orale o alla faringe, 304 all’esofago, 1225 al colon, 728 al retto, 460 alla laringe, 2569 al seno, 1031 alle ovaie, 1294 alla prostata e 767 ai reni. Per confronto, sono stati coinvolti 7028 pazienti (gruppo di controllo) che erano stati ricoverati per patologie acute non neoplastiche. 

Il confronto dei dati, derivanti dai pazienti caso e da quelli controllo, non ha evidenziato particolari differenze relativamente al consumo di zucchero o di dolcificanti; più in dettaglio, è stata riscontrata un’associazione inversa tra l’insorgenza di neoplasie al seno ed alle ovaie ed il consumo di dolcificanti (l’incidenza era cioè minore tra i maggiori consumatori) ed una relazione invece diretta tra il consumo sia di zucchero che di dolcificanti e l’incidenza di tumori alla laringe.
Sebbene i risultati ottenuti abbiano una validità statistica essenzialmente locale (in Italia, infatti, il consumo di dolcificanti è relativamente basso), essi sono comunque in linea con gli studi più recenti (tra cui uno studio del National Cancer Institute che non ha evidenziato associazioni tra il consumo di aspartame e lo sviluppo di leucemie, linfomi e tumori al cervello) nell’indicare che questi prodotti, consumati entro i limiti consigliati, non sono cancerogeni.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
NFI

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti