Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Insufficienza venosa: l'efficacia delle calze elastiche

di
Pubblicato il: 08-05-2007
Sanihelp.it - Riduzione del gonfiore alle gambe provocato dalle vene varicose, prevenzione di trombosi, embolie e linfedemi dopo un intervento chirurgico, miglioramento dell'attività cardiaca e delle prestazioni degli sportivi (in particolare tennisti e ciclisti), e riattivazione della circolazione di chi conduce una vita sedentaria, come gli impiegati, oppure di chi lavora molte ore seduto, come gli autisti: sono i principali effetti delle calze elastiche terapeutiche che emergono da numerosi studi scientifici, nazionali e internazionali. Oggi, grazie alla ricerca sui materiali e sulle forme, questi tutori sono anche confortevoli, traspiranti ed esteticamente attraenti.

Ma gli specialisti lanciano l'allarme: le calze effettivamente terapeutiche rispettano standard quantitativi e distributivi della compressione, oltre che di doppia estensibilità, definiti dalle certificazioni e dalle normative francesi e tedesche, che in Italia mancano del tutto. Se, da un lato, il Collegio Italiano di Flebologia ha redatto e aggiornato le linee guida sull'applicazione delle calze terapeutiche, dall'altro il legislatore non ha definito i relativi standard produttivi, esponendo il cittadino al rischio di acquistare una calza che non ha nessuna efficacia curativa. Inoltre, nel campo delle calze elastiche in Italia c'è molta disinformazione da parte dei pazienti, che spesso ne ignorano i benefici

Recenti studi hanno dimostrato notevoli benefici per l'80% dei pazienti dopo 2 mesi di utilizzo di calze terapeutiche. Questi tutori, quindi, affiancate a terapie farmacologiche adeguate, rappresentano un valido strumento per curare i 25 milioni di italiani che soffrono di insufficienza venosa cronica, di cui 10 milioni di donne e 6 di uomini che lamentano problemi di varici. Più colpito il gentil sesso, quindi, specie a seguito del parto, e gli anziani oltre i 60 anni. Risultano importanti, nell'incidenza dei disturbi, il carattere ereditario così come l'obesità.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
1.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti