Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Bpco, indagine in vista della Giornata del respiro

di
Pubblicato il: 12-05-2007
Sanihelp.it - La più grave e temuta complicanza della Broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) è l’insufficienza respiratoria, che richiede l’ossigenoterapia o la ventilazione assistita. Attualmente in Italia le persone in ossigenoterapia sono 62 mila, mentre le stime parlano di 20 mila persone in ventilazione meccanica assistita. Da queste cifre nasce la necessità di un’indagine, che parte dall’ASL RM A di Roma su circa 600 pazienti: un questionario anonimo, per conoscere la qualità dei servizi ai pazienti in ossigenoterapia e le esigenze a cui far fronte per coloro che sono in gravi condizioni. 
L’indagine prende il via in occasione della Giornata Nazionale del Respiro 2007, che quest’anno è celebrata sabato 26 maggio e che vede medici e volontari impegnati in una iniziativa ormai consolidata nel tempo, di sensibilizzazione dei cittadini alla prevenzione delle malattie polmonari. 
La manifestazione nazionale è attuata da Federasma e Associazione Italiana Pazienti BPCO Onlus. «E’ un appuntamento importante di sensibilizzazione - spiega Mariadelaide Franchi, presidente dell’Associazione BPCO - ma allo stesso tempo è un modo per ricordare alle istituzioni che non bisogna abbassare la guardia: le malattie respiratorie sono in crescita e quindi bisogna agire sia sul lato della prevenzione sia su quello della cura e della riabilitazione. Chiediamo di scrivere nell’agenda politica le aspettative di queste persone che hanno bisogno di assistenza continuativa e richiedono risposte nel passaggio tra ospedale e domicilio. Oggi solo il 50% dei malati con broncopneumopatia cronica ostruttiva viene diagnosticato, spesso con grave ritardo, allontanando nel tempo le possibilità di terapia e prevenzione delle complicanze».
La BPCO infatti si colloca al quarto posto nel numero complessivo dei ricoveri: i dati disponibili registrano quasi 130.000 ricoveri ospedalieri per riacutizzazioni, con una degenza media di circa 10 giorni. La BPCO colpisce 3 milioni di persone (600 milioni nel mondo) e, secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), è la quinta causa di morte tra tutte le patologie, con una prospettiva drammatica: fra poco più di dieci anni salirà al terzo posto. In Italia la malattia causa 18 mila decessi l'anno, pari al 47% delle morti per malattie respiratorie.






FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti