Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Benessere e società

I Nonni? Più «giovani» e sani dei loro nipoti

di
Pubblicato il: 21-05-2007
Sanihelp.it - Gli Italiani? Il popolo più snello d’Europa. Così recita il bollettino emanato dal commissario europeo alla salute Markos Kyprianou. Gli italiani si ma non i loro figli, tiene a precisare però il commissario europeo. I bambini, infatti, hanno seri problemi di
sovrappeso se non addirittura di obesità. 

I dati mostrano che proprio in Italia si registrano percentuali superiori al 30% di bambini tra i 7 e gli 11 anni in soprappeso e
obesi. Complice la mancanza di spazi e di amici, i bambini sono sempre più sedentari e ciondolano in casa tra compiti, videogame e merendine. È stato stimato che per ogni ora trascorsa davanti ad un monitor aumenta del 6% il rischio di diventare obesi, mentre con una televisione nella cameretta la percentuale sale addirittura al 30%. 

Se i giovani eccedono con le cattive abitudini, gli anziani sembrano vivere sempre di più una seconda giovinezza. Secondo l’indagine Ricerca dell’Eterna Giovinezza tra Farmaci e nuove Tecnologie, condotta da Paola Beffa Negrini e Delia Colombo, infatti, i nostri nonni (ma guai a chiamarli così) affronterebbero senza complessi e senza paura piccoli interventi di chirurgia estetica, liposuzioni e altri ritocchi fino a poco tempo fa riservati ad un pubblico decisamente più giovane. 

A questo si aggiunge un rapporto più disinvolto con il proprio corpo e con la propria immagine e l’abitudine, al contrario degli ultrasessantacinquenni della generazione precedente, a praticare sport insieme ai giovani. Ecco quindi che, appesa la dentiera
al muro e dimenticati i problemi alle articolazioni, i nuovi nonni italiani sfidano il tempo e danno lezioni di vita ai loro nipotini.
 


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti