Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Grazie alla prevenzione stanno diminuendo le morti evitabili

di
Pubblicato il: 22-05-2007
Sanihelp.it - Si iniziano a raccogliere i frutti della prevenzione. In Italia infatti, stanno diminuendo i decessi per mortalità evitabile, quelle morti cioè causate da fattori che possono essere eliminati con ogni forma di prevenzione, dagli stili di vita, alla prevenzione attraverso screening e controlli sino agli interventi di assistenza sanitaria.

I dati di Era - Atlante 2007 - Mortalità evitabile per genere e Asl sono confortanti. Nel volume presentato all’Istituto superiore di sanità si mostra come dagli 83.600 decessi tra gli uomini di età inferiore ai 75 anni nel 1996 si è passati a 71.200 nel 2002, con una riduzione del 15%. Fra le donne si ha un valore simile, del 16%, che ha portato dalle 42.700 donne decedute per cause evitabili nel 1996 a un valore di 36.000 nel 2002. In sette anni, dunque, sia per le donne che per gli uomini il numero di morti evitabili è sceso in media di uno ogni sei.

Gli uomini muoiono soprattutto per tumori maligni dell’apparato respiratorio (circa 16.200 decessi nel 2002) e per malattie del cuore (15.600), seguiti da decessi per tumore dell’apparato digerente e per incidenti (circa 10 mila per ognuna di queste due cause). Diverso è il quadro per le donne, dove spiccano i big killer, ossia i tumori maligni del seno e dell’apparato riproduttivo (con 8 mila decessi). Altre cause come tumori maligni dell’apparato digerente, le malattie ischemiche e quelle cerebrovascolari sono responsabili all’incirca di cinquemila decessi ciascuna. La speranza di vita alla nascita per gli uomini attualmente è di circa 77 anni. In assenza di mortalità evitabile salirebbe a 81,6, con un guadagno di circa cinque anni. Nel caso delle donne, la speranza di vita in assenza di mortalità evitabile, salirebbe dagli attuali 83 anni a 85,5 con un aumento di circa due anni e mezzo.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti