Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Nuove mode

Labbra rifatte, in aumento del 63% le under 40

di
Pubblicato il: 18-06-2007
Sanihelp.it - Durano il tempo di un'abbronzatura, non hanno controindicazioni (ma devono essere effettuate da esperti) e non richiedono sala operatoria. Sono queste le caratteristiche che fanno dei filler (riempitivi) i migliori amici delle trentenni, che scelgono questa soluzione non permanente per aumentare il volume della labbra.
All'inizio dell'estate 2007, tra le giovanissime è stato registrato un vero e proprio boom dei filler riassorbibili, cioè quelli che esauriscono il loro effetto in 6-12 mesi. «Quest'anno 6 pazienti su 10 hanno un'età compresa tra i venti e i quarant'anni, con un aumento del 63% rispetto al passato - dice Patrizia Gilardino, chirurgo estetico di Milano- Fino a qualche anno fa, invece, i trattamenti di filler interessavano per la stragrande maggioranza donne di mezza età, che cercavano di ringiovanire il volto riempiendo le rughe e cancellando così i segni dell'età. Insomma, non è cambiata solo l'età ma anche le richieste delle pazienti. Oggi le percentuali si sono invertite». 

L'altra novità è che, pur trattandosi di trattamenti di medicina estetica (e quindi non chirurgici), sempre più donne preferiscono affidarsi alle mani di un chirurgo plastico: il filler, infatti, è un prodotto che se iniettato da medici esperti funziona secondo le aspettative e non presenta effetti collaterali.
L'esigenza maggiormente avvertita dalle under 40 è ridisegnare le labbra, aumentandone il volume e rendendole più aderenti al gusto estetico. «Sette trattamenti di filler riassorbibile su dieci eseguiti su pazienti al di sotto dei 40 anni riguardano l'aumento del volume delle labbra - conferma Gilardino- Gli altri servono per alzare gli zigomi e per spianare le prime rughe». Svanito l'effetto del filler riassorbibile, molte donne decidono di rendere le modifiche al proprio volto permanenti, con un intervento in sala operatoria. «La medicina estetica è spesso l'anticamera della chirurgia - conclude il chirurgo milanese - Il filler è nel 37% dei casi la molla che fa scattare la decisione di entrare in sala operatoria per risolvere definitivamente il problema. In particolare, le pazienti che hanno paura di non riconoscersi più dopo l'intervento, grazie al filler riassorbibile hanno la possibilità di provarne l'effetto per qualche mese e di abituarsi gradualmente alla nuova immagine di sé. Bisogna sottolineare anche che i risultati che si ottengono con interventi di chirurgia estetica sono decisamente più validi e affidabili di quelli dei filler, sia riassorbibili sia permanenti».



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti