Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Contro il dolore ecco un farmaco senza effetti collaterali

di
Pubblicato il: 20-06-2007
Sanihelp.it - Secondo studi recenti in Italia il 4% della popolazione soffre di dolore cronico grave: una patologia altamente invalidante e troppo spesso non adeguatamente trattata. Fina a oggi gli oppiacei, come la morfina, sono stati una grande risorsa, ma in alcune tipologie di pazienti risultano poco o affatto efficaci. 

Ora la terapia del dolore può contare su una nuova, potente arma: è iniziato da pochi giorni, nella Repubblica di San Marino, l'utilizzo di un nuovo farmaco analgesico chiamato ziconotide (in commercio in Italia da luglio).
Ziconotide è una molecola appartenente alla famiglia delle conotossine, estratta da un mollusco marino, Conus magus; è il primo esponente approvato per l'uso clinico di una nuova classe di composti analgesici non oppioidi.

La capacità di questo farmaco di controllare e ridurre il dolore cronico grave, qualora venga infuso nello spazio attorno al midollo spinale, è conosciuta da diversi anni, tuttavia la sua più straordinaria caratteristica è la mancanza di effetti collaterali, quali l'assuefazione e la dipendenza, né ci sono evidenze di tolleranza con l'uso prolungato. Per aumentarne l'efficacia il farmaco non è indicato per essere somministrato oralmente, per via sistemica, ma attraverso un sistema impiantabile mirato che prevede il posizionamento chirurgico di una pompa biomeccanica computerizzata e programmabile. 

I primi due casi a ricevere la ziconotide e la pompa di infusione impiantabile sono stati due pazienti affetti da gravi dolori, esiti di interventi plurimi al rachide lombo-sacrale. 

Questa terapia è adatta a quei pazienti che non traggono beneficio dalla terapia con farmaci oppiacei come la morfina, come quelli afflitti da dolore cronico benigno di tipo neuropatico.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Medtronic Italia

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti