Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Ecografia salvavita in paesi sottosviluppati: nuovo progetto

di
Pubblicato il: 06-07-2007
Sanihelp.it - L’ecografia al servizio di una migliore qualità e aspettativa di vita nei Paesi in via di sviluppo: è questo il tema su cui la Riunione Ministeriale dell’ Economic and Social Council dell’ONU, organizzato in questi giorni a Ginevra, ha acceso i riflettori. L'ecografia è lo strumento diagnostico più versatile, appropriato, sostenibile e affidabile, capace di ridurre drasticamente la mortalità materno-infantile, incrementando considerevolmente la capacità diagnostica dei medici impegnati nei Paesi in via di sviluppo al raggiungimento di uno tra i più rilevanti obiettivi individuati dalle Nazioni Unite nella Millennium Declaration.

Il workshop è stato promosso da OCCAM (Osservatorio per la Comunicazione Culturale e l’Audiovisivo), organismo affiliato alle Nazioni Unite. Protagonista dei lavori è stata Winfocus, una realtà nata da un’intuizione di due medici milanesi, Luca Neri ed Enrico Storti e composta da un gruppo internazionale di medici e ricercatori di diverse specialità che si pone come obiettivo la diffusione dell’ultilizzo dell’ecografia in situazioni critiche o in aree remote (dalle zone oggetto di missioni di peace-keeping alle aree rurali nei paesi in via di sviluppo) e la formazione del personale addetto, sulla base di standard internazionali di qualità.

La giornata dell’Economic and Social Council dedicata alla telemedicina ha visto anche la partecipazione di Fiera Milano, che ha firmato lo scorso anno una partnership strategica con OCCAM per la promozione dello sviluppo dei paesi emergenti ed è anche attiva promotrice dell’attività di Winfocus.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti