Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Con la nuova legge viaggiare in ossigenoterapia è più facile

di
Pubblicato il: 09-07-2007
Sanihelp.it - «Il Parlamento Europeo ha fatto la sua parte per le persone in ossigenoterapia che vogliono prendere un aereo. Adesso tocca alle compagnie mettersi in regola e assistere al meglio i pazienti»: a lanciare l’appello è Mariadelaide Franchi, Presidente dell’Associazione Italiana Pazienti BPCO Onlus, a pochi giorni dall’entrata in vigore del Regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio per i diritti delle persone disabili o con ridotta mobilità nei viaggi aerei (EC N. 1107/2006 adottato il 5 luglio 2006). 

In Europa le persone in ossigenoterapia sono oltre 500 mila mentre in Italia sono circa 65 mila. Secondo la nuova legge queste persone dovranno essere messe in condizione di poter viaggiare in aereo a condizioni simili a quelle degli altri cittadini. Nel luglio 2008 poi entreranno in vigore, tra gli altri, gli articoli sulle norme di qualità del servizio, la formazione, le sanzioni, le procedure di reclamo. 

Nel Regolamento si legge inoltre che «per favorire l’inclusione sociale, l’assistenza dovrebbe essere fornita alle persone interessate senza costi addizionali». Un punto essenziale da sottolineare, secondo del dottor Davide Chiumello, presidente dell’Associazione Milanese di Ossigenoterapia Riabilitativa a lungo termine (AMOR), «perché bisogna evitare di scoraggiare il trasporto di persone con disabilità. Il problema dei pazienti in insufficienza respiratoria è sottovalutato. Se ne parla poco o niente e anche l’informazione è carente». 


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
1.29 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti