Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

L'antidoto alla fatica? Allenare il cervello

di
Pubblicato il: 26-07-2007
Sanihelp.it - La fatica è la risposta fisiologica dell’organismo all’esecuzione di attività fisiche prolungate. Inoltre è un sintomo comune e disabilitante in numerose malattie neurologiche, infettive, neoplastiche, internistiche o endocrinologiche.
La fatica è un nemico storico dell’uomo, ma fino a oggi solo l’allenamento e, illecitamente, l’uso di sostanze dopanti, hanno saputo migliorare la resistenza dell’uomo alla fatica.

Ora, in uno studio di prossima pubblicazione sull’European Journal of Neuroscience, è stato dimostrato un consistente incremento della resistenza allo sforzo prolungato attraverso una nuova metodica di stimolazione cerebrale.
La nuova tecnica, non invasiva e indolore, prevede l’applicazione attraverso elettrodi posti sul cuoio capelluto di correnti elettriche dirette a bassissima intensità (tDCS), non percepibili dal soggetto e senza effetti collaterali.

I risultati dello studio, condotto dall’équipe del professor Alberto Priori dell’Università degli Studi di Milano, hanno evidenti implicazioni scientifiche e pratiche. Innanzitutto, costituiscono un passo in avanti nella comprensione dei complessi meccanismi che, a livello del cerebrale, limitano l’esecuzione di sforzi intensi e prolungati. Inoltre, i ricercatori hanno depositato domanda di brevetto internazionale per sviluppare nuove apparecchiature in grado di svolgere un ruolo complementare alle tradizionali tecniche di allenamento per gli sportivi professionisti e gli amanti del fitness, nonché per combattere la fatica nelle malattie.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
UniversitÓ degli Studi di Milano

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti