Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Uva rossa, alimento super

di
Pubblicato il: 27-08-2007

Sicuramente questo è il suo momento e dobbiamo sfruttarlo. Con l'uva rossa la natura ci viene in aiuto disintossicandoci e regalandoci energia.

Sanihelp.it - È la regina indiscussa della tavola autunnale. L’uva rossa regala un duplice effetto positivo: disintossicare l’organismo dalle tossine accumulate con gli eccessi vacanzieri, e stimolare benessere ed energia per contrastare il lavoro senza stress.

Merito soprattutto della melatonina, di cui i suoi acini sono ricchi. Secondo una ricerca dell'Istituto di Patologia vegetale dell'università di Milano, pubblicata sul Journal of the Science of Food and Agricolture, questa sostanza aiuta a regolare i ritmi biologici giornalieri agendo sul lavoro della ghiandola pineale del cervello.

La scoperta delle proprietà tranquillizzanti dell'uva, e più in generale di tutta la frutta, avvalora risultati noti da sempre nella tradizione popolare: la frutta contiene sostanze che hanno la stessa azione del diazepam, il principio attivo presente in noti farmaci antidepressivi.

L’uva rossa, poi, è ricca di zuccheri semplici, che forniscono energia da spendere nell’immediato e aumentano la produzione di serotonina, il neuromediatore del benessere che stimola il rilassamento.

A questo va aggiunto che l’uva rossa è fortemente diuretica, e ricca di acidi grassi polinsaturi che aiutano a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue.

Sfruttare tutte queste proprietà per perdere i chili di troppo è facile: basta inserire l’uva rossa nell’abituale dieta bilanciata, preferibilmente a colazione e come spuntino.
Per un effetto più immediato, poi, si può ricorrere all’ampeloterapia, termine che indica la cura dell’uva. Conosciuta fin dall’antichità da arabi, romani e greci, consiste nell’alimentarsi di sola uva per un paio di giorni. L’obiettivo è fare un bel lavaggio all’intestino e al fegato grazie alle proprietà diuretiche (per la presenza di potassio) e lassative (per la presenza di pectine, cellulosa ed enzimi) del frutto, ma attenzione: è meglio seguire questa dieta depurativa nel fine settimana, senza sottoporsi a sforzi eccessivi.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Coldiretti, Clinica Humanitas

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti