Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Sessualità

L'orgasmo maschile

di
Pubblicato il: 29-08-2007

Nell'uomo esistono diversi modi di sperimentare un orgasmo attraverso tutto il corpo o come pura sensazione genitale. Analizziamo il fenomeno dal punto di vista fisiologico.

Sanihelp.it - Quando la fase di eccitazione raggiunge il suo livello più intenso si arriva all’orgasmo. Alcuni studiosi lo definiscono come una scarica esplosiva di tensione neuromuscolare durante la quale il soggetto sperimenta un’improvvisa tensione e poi subisce bruscamente un crollo istantaneo, ciò provoca una serie di spasmi muscolari o convulsioni attraverso cui il soggetto torna a uno stato fisiologico normale o subnormale.

L’orgasmo porta a uno stato alterato della coscienza, non si perdono i sensi ma si ha la sensazione di essere su un altro piano del cervello.

L’uomo capisce che l’orgasmo è imminente quando raggiunge il cosiddetto punto di non ritorno, cioè la sensazione che l’eiaculazione sia ormai inevitabile. L’emissione di sperma avviene attraverso l’uretra mediante una serie di brevi e intense contrazioni muscolari del pene.

È curioso notare che il ritmo di queste contrazioni coincide con quello delle contrazioni vaginali durante l’orgasmo femminile.

La quantità di liquido seminale eiaculato varia considerevolmente (da 1 a 6 ml). Se si verificano altre eiaculazioni a breve termine le secrezioni diminuiscono in modo graduale, se invece passa molto tempo il flusso di sperma sarà presumibilmente più abbondante.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Il massaggio erotico - di Anne Hooper - ed. Tecniche Nuove

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti