Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Lotta al fumo e dieta: l'Italia fa scuola

di
Pubblicato il: 07-09-2007
Sanihelp.it - L’Italia diventa il modello di riferimento in Europa per la lotta al fumo. Con una riduzione dei fumatori del 15% circa infatti, la legge che ha introdotto severe restrizioni al consumo di sigarette nei luoghi pubblici, si è già dimostrata un successo. 
Per questo, su richiesta della Società Europea di Cardiologia (ESC), il Parlamento Europeo ha chiesto ufficialmente che la nostra legislazione venga applicata anche negli altri Paesi europei. 
«In Italia – spiega Roberto Ferrari, direttore della Clinica di Cardiologia dell'Azienda Ospedaliera Universitaria S. Anna di Ferrara e primo italiano a ricoprire questa prestigiosa carica  – siamo intervenuti già due anni fa, con una legge molto positiva, che mostra fin d’ora i suoi effetti. Mentre, ad esempio, in Francia e Germania il numero di fumatori è stabile o in aumento, in Italia si è ridotto del 18-14% con una conseguente diretta diminuzione delle malattie cardiovascolari. Questo fa sì che oggi l’ Italia sia vista dalle altre nazioni come un esempio nella lotta al fumo».
In base alle statistiche europee sulle malattie cardiovascolari per il 2005, queste patologie rappresentano la principale causa di morte per gli uomini e le donne nell'Unione europea, provocando circa la metà di tutti i decessi, con una percentuale pari al 42%. Le donne sono più esposte degli uomini alla morte per ictus o attacco cardiaco ma spesso non vengono diagnosticate e curate in modo adeguato. Nel nostro Paese ogni anno circa 240.000 persone muoiono per malattie cardiovascolari, che rappresentano in Italia la prima causa di morte e sono responsabili di oltre 4 decessi su 10 (il 44% del totale). 
«Per cercare di ridurre questi numeri - aggiunge Ferrari - oltre alla lotta al fumo è fondamentale intervenire sugli altri fattori di rischio, in primo luogo l'alimentazione. Anche sotto questo profilo, grazie alla dieta mediterranea, il nostro Paese offre un modello da imitare per conservare una buona salute».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti