Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Terapia con statine: molto rischioso interromperla

di
Pubblicato il: 08-09-2007
Sanihelp.it - È pericoloso interrompere la terapia con le statine perché raddoppia il rischio di gravi complicanze cardiovascolari.

A dimostrarlo è uno studio tutto italiano condotto dalla fondazione santa Lucia dall'Università Tor Vergata e dall'Ospedale S. Filippo Neri di Roma. La ricerca, pubblicata su Stroke ha osservato 631 pazienti.

Le statine, farmaci usati con successo per ridurre il cosiddetto colesterolo cattivo o LDL (Low Density Lipoprotein) in eccesso nel sangue, risultano di particolare utilità nei pazienti colpiti da ictus ischemico: il loro corretto impiego favorisce un migliore decorso ed una prognosi più favorevole, con una minore incidenza di recidive ischemiche cardiovascolari.

Per un periodo di 12 mesi è stato tenuto in osservazione un gruppo di 631 pazienti con recente ictus ischemico (322 uomini e 309 donne, con un’età media di 70 anni), dimessi dopo l’evento acuto con la prescrizione di assumere statine per ridurre il proprio LDL. Al termine di tale periodo è stato verificato che il 38.9% dei pazienti (246 casi) aveva sospeso la terapia entro un anno dalla dimissione ospedaliera: il 71.2% di questi pazienti (175) lo aveva fatto senza ragioni specifiche, quindi non riconducibili ad effetti collaterali o a reazioni avverse.

La ricerca dei tre istituti romani ha evidenziato che la sospensione delle statine raddoppia il rischio di andare incontro a gravi complicanze cardiocircolatorie.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Fondazione Santa Lucia

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti