Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Malattie respiratorie: la nuova arma è l'acido ialuronico

di
Pubblicato il: 19-09-2007
Sanihelp.it - Il professor Luigi Allegra, direttore dell’Istituto di Malattie Respiratorie dell’Università Statale di Milano, ha presentato i brillanti risultati ottenuti in centinaia di pazienti affetti da asma o bronchite cronica con a una terapia concretamente biologica basata sull' acido ialuronico, già da anni vantaggiosamente utilizzato in terapie per le articolazioni, l’orecchio, l’occhio, la pelle ferita, ustionata o da ringiovanire.

In sintesi Allegra ha dimostrato che gli aerosol di acido ialuronico sono efficaci sia nel prevenire la broncocostrizione nei pazienti asmatici non ancora sintomatici, sia nel migliorare la sintomatologia e le capacità funzionali, bloccandone l’altrimenti progressivo deterioramento nei pazienti asmatici ormai sintomatici persistentemente. 

Ma attenzione: lo ialuronico ha dimostrato quest’efficacia solo quando la sua formulazione ha un ben determinato peso molecolare (800-1000 kilodalton) e venga dosato a una concentrazione dello 0,3% nella soluzione salina necessaria per l’aerosolizzazione. Questo particolare spiega, secondo Allegra, gli insuccessi di coloro che negli scorsi anni avevano tentato, ma con ialuronico da 150 kilodalton e allo 0,1%. 

Il valore clinico e le attività antiasmatiche dello ialuronico hanno appena cominciato a essere soppesate, ma si è già in grado di sostenere che la molecola può esplicare attività terapeutica quando somministrata a pazienti con malattie respiratorie croniche ostruttive, e nelle condizioni farmacologiche e cliniche studiate lo ialuronico rappresenta un utile ed efficace medicinale da usarsi per l’asma, ma altrettanto appare la più ottimale delle terapie di sostegno per la bronchite: per il suo diretto e indiretto effetto di protezione/restauro della matrice dei bronchi malati, conseguentemente antinfiammatorio.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti