Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Tagli, colori e acconciature della prossima stagione

Capelli: è il momento di frange e caschetti

di
Pubblicato il: 27-09-2007

Cosa andrà di moda quest'anno? Capelli sciolti o raccolti? Taglio corto e sbarazzino o lunghezza da femme fatale? L'esperta in hair styling ci svela come acconciarci per l'inverno.

Sanihelp.it - Gli hair stylist sono tutti d’accordo: è un momento di grande cambiamento per i tagli. Un cambiamento che in realtà è un revival, perché segna un grande ritorno: quello del caschetto, in ogni sua variante e in diverse lunghezze. Qualche segnale di questa ripresa si era già avvertita in primavera, quando, complici i primi caldi, sono spuntate qua e là le prime teste arrotondate e i primi volumi rotondeggianti, ma il vero trend arriva ora, con la stagione autunno-inverno 2007-2008.

«La donna di quest’anno è una donna nuova, che punta all’apparire chic e sofisticata», spiega Franca Ferrucci, che ha realizzato le nuove acconciature per la Collezione Colore L’Oréal Professionel. «La massima realizzazione di questa nuova immagine femminile è proprio il caschetto anni ’60, rivisitato per l’occasione. Ai volumi pesanti e ai tagli pari si preferiscono oggi caschetti più leggeri e non sfilacciati, anche per stare al passo con l’abbigliamento moderno, come insegna il total look così caro alle donne contemporanee».

Il mitico taglio è nato negli anni ’60 dalle abili mani del parrucchiere Vidal Sassoon, una vera icona dell’hair style, per poi diventare un vero must: basti pensare alla Valentina dei fumetti, e poi ripreso di generazione in generazione cambiando geometrie e proporzioni fino alla versione più attuale, quella della top Naomi, che nel jet set (e non solo) è e rimane l’icona indiscussa della moda internazionale.

E per chi non sa rinunciare alla femminilità dell’intramontabile capello lungo, anche qui la donna diva è protagonista. «Mi riferisco proprio a quella del cinema americano, alla Valentino, per intenderci», continua la Ferrucci.
«Il taglio lungo che fa tendenza arriva sotto le spalle, e l’ondulazione la fa da padrona. Via libera dunque a ciocche morbide e ondulate, ma sempre leggere. Anche la frangia vive il suo momento di gloria, sia sulla lunghezza che sui tagli, anche in versione bandeau, cioè di lato (praticamente il comunissimo ciuffo)».

E chi ha i capelli lunghi spesso ama raccoglierli: cosa è in e cosa è out? «Le acconciature morbide e naturali, mai costruite, vanno sempre bene, nel quotidiano come nelle grandi occasioni. In un raccolto infatti è l’accessorio che fa la differenza: un fiore, un fermaglio, una mollettina, messi al punto giusti e coordinati con l’abbigliamento, decorano la testa senza appesantirla. Quest’anno vedo molto bene le code di cavallo, stile Grace Kelly, e sono tornati anche gli chignon, purché fatti bene, in modo essenziale e pulito».

Per quanto riguarda i colori, quest’anno sono le tonalità chiare quelle più cool, anche se chiaro non vuol dire freddo, anzi. «La parola chiave è lucentezza: il colore che va di più è il lucolo, un biondo brillante, che vira al miele, al nocciola, quindi molto caldo. È molto adatto alle più giovani, che spesso amano schiarirsi i capelli», spiega la parrucchiera.  

Un consiglio valido per tutte? «Va bene seguire le tendenze, ma non lasciatevi schiavizzare dalla moda. La cosa importante, in tema di capelli, è lavorare sullo stile e sulla personalità, avendo cura di mostrare sempre dei capelli sani e puliti».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti