Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Diabete di tipo 2: una pillola per salvare 1 milione di vite

di
Pubblicato il: 03-10-2007
Sanihelp.it - Per chi soffre di diabete di tipo 2, circa 2.500.000 persone solo in Italia, è in arrivo una buona notizia dalla ricerca scientifica: grazie a una singola pillola a base di perindopril e indapamide, sviluppata da Servier, i pazienti possono vivere più a lungo e meglio.
Ad affermarlo è uno studio, denominato ADVANCE, condotto su ben 11.140 pazienti con diabete di tipo 2 in 20 paesi.

Secondo questo lavoro, pubblicato sulla nota rivista scientifica Lancet, la somministrazione di una nota pillola, a base di perindopril ed indapamide, da tempo in uso in Italia, permette di ridurre il rischio di morte del 18% nei pazienti con diabete di tipo 2. A beneficiarne sono stati non solo i pazienti diabetici con ipertensione ma anche quelli con valori nella norma (fino a 140 mmHg di massima e 90 mmHg di minima). Inoltre, la pillola ha dimostrato di avere effetti protettivi verso cuore e reni, due bersagli tipici del diabete di tipo II.
Infatti, i pazienti trattati hanno mostrato una riduzione della comparsa o del peggioramento del danno renale del 21%, mentre eventi coronarici quali l’infarto si sono ridotti del 14%.

Tali risultati hanno suscitato grande interesse negli specialisti deputati comunemente al controllo del diabete. «Grazie a perindopril/indapamide è stato possibile salvare la vita a un paziente diabetico ogni 79, evitare una malattia renale ogni 20 e una malattia coronarica ogni 75 - afferma il diabetologo Giorgio Sesti, professore ordinario di Medicina Interna all'Università degli Studi di Catanzaro e direttore della Scuola di Specializzazione e dell'Unità operativa complessa di Medicina Interna del Policlinico Universitario di Catanzaro – Questo farmaco quindi non solo riduce la mortalità, che è l’aspetto più rilevante, ma è anche in grado di migliorare la qualità di vita del paziente stesso prevenendo, ad esempio, gli effetti invalidanti di patologie importanti quali l’infarto del miocardio o la nefropatia diabetica, che conduce ad insufficienza renale cronica».

Se gli effetti favorevoli della terapia fossero applicati anche solo alla metà della popolazione diabetica del mondo (180 milioni di pazienti) per 5 anni, potrebbero essere salvate oltre un milione di vite. La pillola perindopril/indapamide, disponibile in Italia in due formulazioni (2mg perindopril/0,625mg di indapamide e 4mg perindopril/1,25mg di indapamide), è prescrivibile dagli specialisti, dal medico di base ed è mutuabile.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti