Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

In Italia muoiono 2 persone all'ora per malattie del fegato

di
Pubblicato il: 18-10-2007
Sanihelp.it - Ogni ora in Italia 2 persone muoiono a causa di una malattia cronica del fegato, come cirrosi ed epatocarcinoma. Il 10% di queste persone era affetto da epatite C, spesso senza nemmeno saperlo, perchè queste malattie non danno, in genere, sintomi se non nelle fasi più avanzate. Pertanto, meno del 20% delle persone colpite conosce la propria condizione prima che sia troppo tardi. Un recente studio coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità in 79 ospedali italiani mostra, per esempio, che l’epatite C è causa unica o concausa di danno epatico nel 65% delle persone ricoverate per malattia cronica di fegato. La frequenza dell’infezione cronica da HCV in Italia è stimata fra il 2 e il 3%.

Ma per lottare con successo contro una malattia bisogna conoscerla e capirla. Ciò di cui abbiamo bisogno, oltre, naturalmente, a uno screening mirato mediante la ricerca di anticorpi anti-HCV su un campione di sangue, è una ampia e diffusa informazione della popolazione e di quanti hanno come compito istituzionale l'educazione sanitaria e la prevenzione. 

È vero che l’epatite C non provoca danni nella maggior parte delle persone, ma il numero di soggetti che, invece, sviluppano una malattia gravemente evolutiva dopo aver contratto l'infezione è tutt’altro che trascurabile. La sola vera speranza di guarigione per molti pazienti è riposta, al momento, nel trapianto di fegato, un rimedio risolutivo, ma purtroppo non facile da realizzare.

L’Italia è il primo paese in Europa per il numero di trapianti eseguiti e il secondo per numero di donazioni. La qualità del sistema, dunque, è eccellente. Dal 1982, anno del primo trapianto di fegato eseguito in Italia, questa soluzione terapeutica viene utilizzata con sempre maggiore frequenza. I trapianti in Italia sono ormai più di 1.000 l'anno (1.051 trapianti eseguiti nel 2005), un numero in continuo aumento, che porta a 4.982 i trapianti di adulto portati felicemente a termine in 5 anni, con una percentuale di sopravvivenza a 1 anno che è tra le più alte al mondo. Ma ne sarebbe necessario un numero tre volte superiore: delle 2.500-3.000 persone che potrebbero essere salvate con un trapianto di fegato, 1.700-2.000 ogni anno non ce la fanno per mancanza di disponibilità degli organi.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
AISF

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti