Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

A chi raccomandare il vaccino

di
Pubblicato il: 17-12-2003

La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo migliore per prevenire la malattia e contribuire all'interruzione della catena epidemiologica dell'infezione.

Sanihelp.it - La vaccinazione rimane il mezzo migliore, in termini di costo-efficacia e costo-beneficio, per prevenire l’epidemia. L'influenza non va sottovalutata perchè essa è responsabile dell'aumento di mortalità nelle persone anziane e, più in generale, perchè possono comparire superinfezioni batteriche che complicano gravemente il decorso.

Inoltre, grazie alla vaccinazione si può evitare il sovraffollamento degli ospedali, una delle prime cause del loro malfunzionamento.

Per questa serie di motivi, le strutture territoriali offrono la vaccinazione a:

1. soggetti al di età pari o superiore a 65 anni

2. soggetti in età infantile e adulta affetti da:
  • malattie croniche a carico dell'apparato respiratorio (inclusa la malattia asmatica), circolatorio, uropoietico
  • malattie degli organi emopoietici
  • diabete e altre malattie dismetaboliche
  • sindromi da malassorbimento intestinale
  • fibrosi cistica
  • malattie congenite o acquisite che comportino carente produzione di anticorpi
  • patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici
3. soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo

4. personale di assistenza o contatti familiari di soggetti ad alto rischio

5. bambini reumatici soggetti a ripetuti episodi di patologia disreattiva che richiede prolungata somministrazione di acido acetilsalicilico, con il rischio di comparsa di Sindrome di Reye, in caso di infezione influenzale.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti