Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Anziani e tumori: l'ignoranza può portare alla morte

di
Pubblicato il: 31-10-2007
Sanihelp.it - Tra gli anziani l’ignoranza sul cancro e, in generale, sui temi inerenti la salute, è ancora piuttosto diffusa. E può avere conseguenze gravi, perché comporta ritardi nelle diagnosi e nei trattamenti, comportamenti a rischio e conseguenze psicologiche evitabili, una volta che la malattia si sia instaurata. Uno studio presentato all’ultimo congresso della European Cancer Organization (Ecco), svoltosi nelle settimane scorse a Barcellona, fornisce un esempio di quanto poco sappiano gli anziani (in questo caso spagnoli) sul tema, mentre una rilevazione uscita qualche mese fa sugli Archives of Internal Medicine prova a quantificare gli effetti della mancata consapevolezza sulla salute.

Nell’indagine presentata all’Ecco, poco più della metà degli over-65 intervistati riteneva che fosse possibile prevenire il cancro. Nove su dieci sapevano che non si deve fumare, che si devono evitare gli eccessi nell’alcol e nell’esposizione al sole; tuttavia, solo il 45% del totale aveva idea degli effetti della dieta sui tumori e solo il 38% sapeva di dover temere l’obesità. In generale, gli uomini sono risultati più informati delle donne, soprattutto per quanto riguarda la diagnosi precoce.

Quasi sette su dieci non erano consapevoli del rapporto tra la malattia e l’età, sei su dieci ritenevano che può essere curata, il 2% pensava che fosse una patologia contagiosa e il 3% che fosse una punizione per un qualche comportamento errato.
Più del 50% del campione pensava che il trattamento fosse peggio del tumore in sé, mentre il 44 e il 23% ritenevano, rispettivamente, che mastectomia e prostatectomia fossero le uniche opzioni possibili per le neoplasie della mammella e della prostata; circa la metà giudicava la radioterapia pericolosa.

Una mancata conoscenza dei principi di tutela della salute può aumentare il rischio di morte, come conferma il secondo studio, pubblicato dai geriatri della Northwestern University Feinberg School of Medicine di Chicago, che ha dimostrato che è possibile migliorare la condizione di un anziano che abbia una di queste patologie anche intervenendo sul piano conoscitivo con programmi mirati.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
AIOTE

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti