Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Ecco i menu di Natale che fanno bene ai denti

di
Pubblicato il: 13-12-2007
Sanihelp.it - A Natale spesso le regole della sana alimentazione vengono dimenticate. Ma eccedendo con zuccheri e cibi acidi ci esponiamo al rischio di chili in eccesso e danni ai denti
Per non iniziare l’anno nuovo con uno scotto troppo alto da pagare (in termini di forma fisica e salute della nostra bocca), il segreto sta nel bilanciamento tra: alimenti acidi, che tendono ad abbassare il pH (~7,35), e alimenti basici, che invece portano ad alzare il pH (~7,43). Della prima categoria fanno parte, tra gli altri alimenti, carne, pesce, formaggi, cereali, frutti di mare, noci, caffè, tè, cioccolato, lenticchie. Alcalinizzanti sono invece, per esempio, legumi, patate, verdure, frutta, mandorle, nocciole, uva.

Quando si esagera con cibi acidificanti si dà il via a un processo di demineralizzazione che rende lo smalto dei denti più debole, e, alla lunga, fa sì che si possa consumare più velocemente. Per ovviare a questo inconveniente basta accoppiare opportunamente le portate a tavola
Qualche esempio? Il tanto amato cappone natalizio contornato da una bella insalatina mista, oppure branzino al forno con patate lesse e valeriana fresca, o ancora, un classico di San Silvestro come le lenticchie, proposte in un gustoso passato con pasta o riso, oppure come secondo piatto, accompagnate da verdure grigliate.
E per chi, da buon italiano, non sa rinunciare al primo piatto, ottimo l’abbinamento cereali + verdure: penne con i broccoli, riso ai carciofi, grano saraceno con sugo di scalogno. Il tutto sempre accompagnato da vegetali: verdure ai ferri, insalata di rape o barbabietole, zucchine grigliate o insalata di invidia.

Insomma, per evitare gli effetti nocivi dell’acidosi, in bocca e nello stomaco, bisogna puntare sugli accoppiamenti cereali + verdure e proteine + verdure, e bocciare invece quello cereali + proteine animali. Niente cotechino e lenticchie allora? Assolutamente no, l'importante è non esagerare con le dosi!


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti