Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Epatite B, appello AISF: non fermiamo le vaccinazioni

di
Pubblicato il: 07-01-2008
Sanihelp.it - La notizia della abolizione della obbligatorietà delle vaccinazioni per l’infanzia deliberata dalla Regione Veneto coinvolge anche la vaccinazione anti-epatite B.
L’AISF (Associazione Italiana per lo Studio del Fegato) esprime viva preoccupazione per le potenziali conseguenze di questo provvedimento. La vaccinazione anti-epatite B è obbligatoria in Italia dal 1991 per tutti i neonati, secondo uno schema che è stato adottato in seguito da numerosi paesi occidentali.

«Questa campagna vaccinale ha portato ad una marcata riduzione del numero dei portatori cronici del virus - sottolinea Antonio Gasbarrini, segretario AISF - e alla pressoché totale scomparsa della infezione tra i bambini e gli adolescenti, con il doloroso corteo di malattia e di morti che essa comportava. Tuttavia l’obiettivo del controllo definitivo della infezione è ancora lontano: oltre 600.000 Italiani sono ancora portatori cronici e nel mondo ve ne sono centinaia di milioni, molti dei quali vivono in aree, anche a noi vicine, dalle quali partono consistenti flussi migratori verso il nostro Paese o con le quali sono in essere intensi scambi turistici o commerciali».

L’AISF invita dunque a non abbassare la guardia nella lotta contro l’epatite B e raccomanda fortemente di continuare in tutto il territorio nazionale la pratica della vaccinazione di massa dei neonati e per tutte le categorie a rischio (conviventi di portatori cronici del virus, personale sanitario, tossicodipendenti, soggetti politrasfusi). 

«E’ un dato di fatto che le infezioni da virus della epatite B da qualche anno in Italia colpiscono di preferenza giovani adulti non vaccinati - precisa Giovanni Battista Gaeta, professore di Malattie Infettive all'Università di Napoli - Il virus dunque conserva un potenziale elevato di circolazione, attraverso rapporti sessuali, tatuaggi, piercing, senza riconoscere frontiere».






FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti