Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Da gennaio tutti a dieta!

di
Pubblicato il: 07-01-2008

Passate le feste, rimane un accumulo di 15-20 mila calorie di troppo, pari ad almeno 2-3 chili da smaltire. Come? Facendo il pieno di alimenti disintossicanti

Sanihelp.it - Almeno due o tre chili in più. È questo l'indesiderato effetto delle feste appena concluse, durante le quali gli italiani hanno consumato, secondo stime Coldiretti, oltre cento milioni di chili tra pandori e panettoni, ottanta milioni di bottiglie di spumante, ventimila tonnellate di pasta, otto milioni di chili di cotechino e frutta secca, pane, carne, salumi, formaggi e dolci per un valore complessivo di quasi sei miliardi di euro.
Il che equivale, purtroppo, ad un accumulo di ben 15.000 - 20.000 calorie di troppo, dovuto all'effetto combinato del maggior consumo di cibi calorici abbinato a bevande alcoliche e della rinuncia ad alimenti fondamentali come frutta e verdura, accompagnato da una maggiore sedentarietà e dalla rinuncia all’attività fisica. 

Preso atto del danno, non resta che rimediare. Coldiretti ha stilato una lista dei prodotti le cui proprietà  terapeutiche e nutrizionali sono utili per disintossicare l'organismo e per favorire il ritorno alla normalità. Con questa stagione – spiegano gli esperti - tra la frutta è bene preferire arance, mele, pere e kiwi, mentre per quanto riguarda le verdure quelle particolarmente indicate sono spinaci, cicoria, radicchio, zucche e zucchine, insalata, finocchi e carote

Tutte le insalate e le verdure vanno condite con olio d'oliva, ricco di tocoferolo, un antiossidante che combatte l'invecchiamento dell'organismo e favorisce l'eliminazione delle scorie metaboliche, e abbondante succo di limone che purifica l'organismo dalle tossine, fluidifica e pulisce il sangue, è un ottimo astringente e cura l'iperacidità gastrica. 

Le arance, invece, sono una notevole fonte di vitamina C che migliora il sistema immunitario e aiuta a fronteggiare l'influenza, mentre le mele, per il loro modesto apporto calorico e per la prevalenza del potassio sul sodio, sono capaci di svolgere un'azione antidiarroica e di regolare la colesterolemia. Anche pere e kiwi sono indicati per chi soffre di intestino pigro. 
Tutta la verdura a foglie verde scuro come spinaci e cicoria, invece, contiene acido folico e vitamine del gruppo B, essenziali nella formazione dei globuli rossi del sangue per la loro azione sul midollo osseo. 
L'insalata conferisce volume e potere saziante con un apporto calorico estremamente limitato e assicura anche un certo contributo di vitamine, calcio, fosforo e potassio. Le carote sono ricche di vitamina A, indispensabile per la salute degli occhi e della pelle, i finocchi risultano ottimi per combattere la nausea, la digestione difficile e la stitichezza. 

Nella dieta, infine, non devono mancare piatti a base di legumi (fagioli, ceci, piselli e lenticchie) perchè contengono ferro e sono ricchi di fibre che aiutano l'organismo a smaltire i sovraccarichi migliorando le funzionalità intestinali, ma sono anche una notevole fonte di carboidrati a lento assorbimento, che forniscono energia che aiuta a combattere il freddo.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
AGI

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti