Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Acqua e disidratazione della pelle

Disidratazione: 5 regole per sconfiggerla

di
Pubblicato il: 25-01-2008

Pelle che tira, secchezza, ruvidità, sensazione di fastidio? Il tuo problema si chiama disidratazione. La soluzione? Acqua a gogo, e in più...

Sanihelp.it - La disidratazione è un fattore importante di invecchiamento della pelle. Le sue manifestazioni più caratteristiche sono una pelle fragile e irritabile, facile alle rughe, alle screpolature, alle desquamazioni e priva di morbidezza e di elasticità. 

Per mantenere idratata la cute e quindi rallentarne l'invecchiamento, bisogna: 

1. bere acqua a sufficienza: l'apporto idrico deve infatti avvenire dall’interno, perché l’acqua non può essere assorbita attraverso la superficie della pelle 

2. evitare il deterioramento del film idrolipidico e dello strato corneo, che controllano l'idratazione della pelle, attraverso opportune forme di protezione (per esempio, con le creme idratanti) 

3. mangiare alimenti ricchi di acqua, come frutta e verdura: la loro percentuale di acqua non è mai inferiore all'80%, e spesso supera il 95%, come accade per la lattuga 

4. raggiungere almeno la quota giornaliera di 1,5 litri di acqua oligominerale naturale; è la dose consigliata in condizioni di normalità, per reintegrare le perdite e assicurare una buona riserva idrica. (È comunque bene non esagerare con il consumo di acqua, per evitare di affaticare i reni).
 
5. Curare la disidratazione con trattamenti locali (creme idratanti).


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
B. Massa, Bella come a 20 anni, Edizioni Red

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti