Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Sauna: il caldo che viene dal Nord

di
Pubblicato il: 04-02-2008

Non a caso viene chiamata Finlandese la pratica del calore più impegnativa in assoluto. Che offre molti benefici, ma va affrontata con la giusta attenzione. E non prima di sapere che…

Sanihelp.it - Il calore più estremo arriva dal freddo più rigido. Giunta ormai ad una vastissima diffusione, soprattutto nel mondo occidentale, la sauna in senso letterale è nata in Finlandia, dove veniva praticata già intorno all’anno Mille in un buco scavato all’aperto nel terreno.

La cosiddetta sauna finalndese viene effettuata in ambienti appositamente predisposti, nei quali la temperatura viene portata a circa 60 gradi per mezzo di stufe idonee. Dopo questo primo bagno di aria secca, la cui durata può essere di 10-15 minuti, si prosegue con un bagno di vapore surriscaldato, ottenuto gettando acqua su delle pietre roventi.
In questo modo l'ambiente si satura di umidità, favorendo un'abbondante sudorazione che permette di eliminare scorie e tossine attraverso la traspirazione.

L'aumento della temperatura corporea ha effetti benefici anche sulla muscolatura, che si rilassa e riduce la sua tensione.
Durante la sauna sia il metabolismo che il battito cardiaco aumentano, i vasi si dilatano e il sangue diventa meno viscoso, migliorando la circolazione.
Il calore può anche dare benefici a chi soffre di patologie respiratorie come bronchiti, sinusiti e riniti croniche; può favorire un recupero muscolare più veloce con facilitato rilassamento e smaltimento di acido lattico, un effetto sedativo sulle terminazioni nervose e una ripresa migliore della circolazione periferica.

Tuttavia, la temperatura molto elevata e la brusca perdita di ingenti quantità di liquidi e di sali minerali possono non essere tollerate, e provocare in soggetti predisposti un pericoloso shock ipovolemico.

Pertanto, prima di sottoporsi a una sauna per la prima volta, è bene richiede indicazioni mediche specifiche e accertarsi di essere in buona salute.

Anche il raffreddamento corporeo svolge un’importante azione preventiva degli effetti collaterali: nei Paesi nordici, la tradizione vuole che, dopo la sauna, ci si tuffi in un laghetto di acqua ghiacciata, ma niente paura: una semplice doccia gelata è più che sufficiente!


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti