Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Giovani e diabete, la sfida italiana

di
Pubblicato il: 22-02-2008
Sanihelp.it - Il diabete giovanile è una delle patologie croniche più preoccupanti. Ogni giorno più di 200 bambini sviluppano il diabete e se non si agisce per invertire la tendenza attuale, nell’intervallo di tempo in cui i bambini di oggi raggiungeranno i 30 - 40 anni, più di 380 milioni di persone in tutto il mondo saranno affette da diabete e dalle importanti complicanze che questo genera. 

L'Italia, però, si distingue per la preparazione del personale scolastico su questo tema. Il dato emerge da uno studio, DAWN YOUTH, presentato ieri al Ministero della Salute e condotto a livello mondiale da Novo Nordisk, leader nella cura del diabete, in collaborazione con la Federazione Internazionale Diabete (IDF) e con la Società Internazionale per il Diabete Pediatrico e dell’Adolescenza (ISPAD).
 
Scopo dell'indagine è quello di comprendere i desideri, il modo di essere, le esigenze dei giovani con diabete o a rischio diabete e delle loro famiglie, sia nei paesi sviluppati che in quelli meno sviluppati, per continuare a creare programmi d’intervento, campagne informative, iniziative globali e nazionali al fine di migliorare sempre più il sostegno necessario ai giovani diabetici e alle loro famiglie. 

Lo studio, avviato nel 2007, ha interessato fino ad oggi 21 paesi: Brasile, Croazia, Repubblica Ceca, Danimarca, Egitto, Germania, Grecia, India, Irlanda, Italia, Giappone, Lussemburgo, Paesi Bassi, Polonia, Singapore, Sud Africa, Spagna, Svizzera, Stati Uniti, Regno Unito e Ucraina. Sono stati coinvolti giovani con diabete di tipo 1 e di tipo 2, le loro famiglie, gli operatori sanitari, gli educatori. La scuola è stata l’ambito più indagato dalla ricerca, in quanto è il luogo in cui bambini ed adolescenti trascorrono gran parte del loro tempo.

Il DAWN YOUTH è una declinazione del Progetto DAWN (Diabetes Attitudes Wishes and Needs), nato a livello internazionale nel 2002 su iniziativa dell’IDF (International Diabetes Federation) e di Novo Nordisk. L’obiettivo del progetto è migliorare la salute e la qualità della vita delle persone con diabete superando, attraverso azioni concrete, le barriere culturali e psico-sociali che impediscono un approccio moderno alla cura della pandemia.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti