Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Malattie del fegato: la ricerca premia i giovani

di
Pubblicato il: 05-03-2008
Sanihelp.it - Che cos'hanno in comune l'epatite virale C e l'abuso cronico di bevande alcoliche e perchè entrambi aumentano il rischio di cancro del fegato? Vi sono speranze concrete che si possa ridurre il tempo di trattamento dell’epatite B, che adesso può durare anche per tutta la vita? E come si fa a sostenere e rilanciare la ricerca scientifica nel nostro Paese, specialmente partendo dalle giovani leve? La risposta a tutte e tre queste domande, apparentemente così diverse, viene dalla 41° riunione annuale dell’Associazione Italiana per lo Studio del Fegato (AISF), tenutasi di recente a Roma.

Grazie al lavoro di una giovane ricercatrice del Laboratorio di Virologia Molecolare ed Oncologia della Fondazione Cisalpino di Roma, la dottoressa Ghidinelli, sotto la supervisione della professoressa Balsano dell’Università dell’Aquila, è stato scoperto che sia la proteina core del virus dell’epatite C che l’alcol alterano i meccanismi di replicazione cellulare che sono alla base di un aumento del rischio di tumore epatico. 

Si deve invece al lavoro di un'altra giovane ricercatrice, la dottoressa Lenci del Reparto di Epatologia dell’Ospedale S. Eugenio, Università Tor Vergata di Roma diretto da Mario Angelico, l'osservazione che l’uso combinato di un farmaco antivirale con le immunoglobuline anti-virus dell’epatite B e della vaccinazione è efficace nella cura dell'epatite cronica B e potrebbe ridurre i tempi di trattamento.

Nel corso della riunione annuale AISF, le studiose hanno ricevuto un riconoscimento per l'interesse e l'importanza dei loro lavori, il premio destinato ai giovani ricercatori, istituito da AISF per comunicazioni relative a studi di base e clinici. È grazie a iniziative come questa che AISF contribuisce a incentivare l'attività di ricerca scientifica sulle malattie del fegato. Risultato? Gli studiosi italiani, in questo campo forse più che in altri, sono in prima fila in Europa e nel mondo.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti