Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Glutei più tonici

Un sogno per se e per il partner: glutei sodi

di
Pubblicato il: 18-03-2008

Avere un bel sedere non è solo questione di natura, ma anche di allenamento. Però è importante non concentrare l'allenamento solo sul punto critico, ma estenderlo a tutto il corpo.

Sanihelp.it - Ormai è risaputo: i glutei sono una di quelle parti del corpo che non passa inosservata. E con l’arrivo della bella stagione, sono sempre di più le donne che si preoccupano di dover esibire un sedere sodo e tonico sotto il costume.

Come abbiamo detto più volte però avere glutei sodi e tonici è importante anche per il funzionamento del nostro corpo e non solo per i nostri occhi e per quelli di chi ci guarda.

Se è importante tenersi in forma e prendersi cura di sé è altrettanto importante non dimenticare che non serve concentrarsi solo sui glutei per ottenere i risultati che si desiderano. Allo stesso modo, non è facendo addominali su addominali che avrò una pancia piatta.

Detto questo, allenatevi pure con esercizi ad hoc, ma non trascurate di lavorare su tutti i muscoli degli arti inferiori e non solo sui glutei. Come? Ecco qualche esempio:

Esercizio del cagnolino: a carponi sulle ginocchia e sui palmi delle mani, alza la gamba lateralmente, mantenendo il ginocchio a 90°, poi torna alla posizione di partenza. Questo facile esercizio allena i muscoli abduttori.

Calcio del mulo: carponi sugli avambracci, slancia la gamba e ritorna alla posizione di partenza. Lavorerai in questa maniera sui glutei.

Stenditi poi su un lato, una gamba flessa a terra e la testa poggiata sul braccio, piegato a terra.
Muovi l’altra gamba dall’alto al basso tenendola tesa e con il piede a martello.

Lavoriamo sulle gambe con gli affondi: mantieni la posizione eretta, poi fai un passo piegando il ginocchio a 90° e facendo in modo di avere la tibia perpendicolare al suolo. Torna indietro e ripeti con l’altra gamba.

Alleniamo ancora le gambe, ma in piedi, a piedi uniti e gambe tese. Alzandosi sulle punte e tornando in posizione si allungherà la muscolatura del polpaccio.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti