Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Droga e prestazioni hard

Stupefatti e sodomizzati

di
Pubblicato il: 01-04-2008

L'uso di droghe spersonalizza al punto che chi vi fa ricorso ha esperienze sessuali che (forse) non farebbe se fosse lucido.

Sanihelp.it - Quando una persona è sotto l’effetto dell’alcol o di una sostanza stupefacente, è facile che perda alcuni freni inibitori e che quindi si renda disponibile ad approcci sessuali con maggiore facilità. Ma se una persona, sotto l’effetto di sostanze psicoattive, esegue o subisce atti sessuali che normalmente non farebbe, possiamo ravvisare in questa situazione una forzatura della reale volontà sesssuale? È il problema che si sono posti allo Stockwood medical center di Bristol, in Inghilterra, sollecitati in questo senso dall’Associazione dei medici forensi.

Lo studio, che ha coinvolto oltre 500 individui intervistati sulle loro abitudini sessuali, ha confermato ciò che era nelle previsioni degli psicologi: che l’effetto delle sostanze stupefacenti o dell’alcol non si limita solo a vincere la normale timidezza, ma invoglia anche chi ne fa uso ad una maggiore volontà di sperimentare nuovi tipi di sessualità. Il dieci per cento delle donne intervistate ha infatti ammesso di essere stata sodomizzata dopo un eccesso alcolico o dopo l’assunzione di droga. I maschi, viceversa, hanno percentuali poco inferiori, prossime all’8%. Ma ciò che salta all’occhio è che è molto alta la casistica di chi riporta di avere avuto proposte in tal senso da partner che avevano alzato il gomito o altro.

Il 43% del campione infatti ha dichiarato di avere almeno provato a concludere questa esperienza una volta assunte sostanze. Il 41% di essere stato oggetto di richieste in tal senso da parte di partner più o meno occasionali ma comunque in stato mentale alterato. Quello che una volta veniva pudicamente chiamato sesso contronatura non deve essere considerato un tabù a tutti gli effetti. Tuttavia è bene ricordare che il vero rapporto consenziente è quello che si consuma nel consenso lucido e premeditato. Deve infatti far pensare che molte di queste persone hanno ammesso che mai avrebbero agito in quel modo se non fossero stati preda dei fumi dell’alcol. E quindi una penetrazione anale ottenuta in questo modo è pericolosamente simile a una violenza.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti