Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Speciale L'arte di farsi la barba

Consigli illustri per una rasatura doc

di
Pubblicato il: 03-04-2008

Quando è meglio radersi? Il sapone è indispensabile? L'alcol serve? Tutte le risposte dalla bocca di un esperto.

Sanihelp.it - Ecco qualche segreto per una rasatura perfetta, dal tricoesteta Francesco Cirignotta.

1. Radersi sotto la doccia. Il vapore acqueo fa sì che la pelle e il pelo aumentino il loro volume e si rendano più teneri per la rasatura; il sapone da barba ha proprio la funzione di trattenere l’acqua che serve per ammorbidire il pelo.

2. Usare il borotalco. Qualora si voglia radere più in profondità, dopo la doccia e una buona prima rasata, provate a usare il borotalco: questo prodotto, capace di asciugare la pelle e il pelo, permette di mettere in luce quella parte del pelo che era rimasta sotto la pelle bagnata. Il borotalco inoltre ha proprietà lenitive e leviganti. Altra sua capacità è quella di permettere alla lama di scivolare meglio sul viso.

3. Sapone o olio? L’uso del sapone da barba non è fondamentale. Esistono oli che permettono di trattenere l’acqua indispensabile per ammorbidire il pelo favorendone la rasatura. 

4. Ghiaccio aromatizzato. Dopo la rasatura, passate sul viso un cubetto di ghiaccio arricchito di qualche goccia di estratti di oli essenziali, come lavanda, sandalo e calendula. Creando vasocostrizione, il ghiaccio chiude i pori, dà tonicità alla pelle e aiuta a identificare eventuali peli rimasti. 

5. No alcol. È molto comune l’uso di prodotti a base di alcol come dopo-barba. In realtà l’alcol disinfetta e anestetizza, e la pelle dopo la rasatura non ha bisogno né di uno né dell’altro.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti