Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Malattie respiratorie: il mondo in allarme

di
Pubblicato il: 08-04-2008

Mentre il periodo delle allergie riaccende i riflettori sulla respirazione, una nuova iniziativa dell'AIMAR ribadisce l'appello: asma e BPCO uccidono troppo spesso

Sanihelp.it - Asma bronchiale e broncopneumopatia cronica ostruttiva, ma anche cancro del polmone e tubercolosi: la gravità della progressione delle malattie respiratorie, sia in termini di morbilità che di mortalità, rende conto dello stato di allarme esistente in tutto il mondo da parte delle autorità preposte alla salute pubblica. Anche le cifre parlano chiaro: secondo dati dell'Organizzazione mondiale della sanità, riportati nel libro bianco della European Respiratory Society, circa il 20 per cento delle morti per malattia nel mondo è dovuto a cause respiratorie, e più precisamente 4,3 milioni a polmoniti, 2,2 milioni a BPCO, 2 milioni a tubercolosi e circa un milione a tumori broncopolmonari.
«Proprio per questo - ricorda Claudio Donner, presidente di Aimar (Associazione scientifica interdisciplinare per lo studio delle malattie respiratorie) - di recente l'Oms ha promosso la creazione di un'alleanza globale per le malattie respiratorie croniche, allo scopo di riunire tuti gli specialisti di medicina respiratoria e le associazioni di pazienti in un'azione comune volta a sostenere progetti comuni».

A tal fine, dopo l'inserimento delle malattie respiratorie tra le quattro priorità di salute pubblica, e la realizzazione della prima conferenza nazionale di consenso alla fine del 2007, oggi a Milano ha preso il via la campagna di presentazione della Primavera Aimar, una serie di 17 conferenze regionali che si svolgeranno in tutta Italia il 12 aprile.

Al centro dell'attenzione, come spiegato da Donner, saranno soprattutto «BPCO e asma bronchiale, patologie caratterizzate da una ostruzione bronchiale più o meno reversibile, che in Italia colpiscono quasi 4 milioni di persone, pari al 6,4 per cento della popolazione totale».
Lo scopo dell'iniziativa è quello di definire nuovi modelli di riferimento sostenibili nella prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione delle malattie respiratorie.

La Primavera Aimar, cui hanno aderito anche Federasma e l'Associazione italiana pazienti BPCO, rappresenta un evento unico nel suo genere, considerato dagli addetti ai lavori una vera e propria crociata per eliminare o ridurre al minimo le deficienze esistenti nella lotta alle malattie respiratorie.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti