Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

La dieta anticolesterolo

di
Pubblicato il: 18-04-2008

Mangiare bene significa innanzitutto mangiare sano, scegliendo gli alimenti giusti per tenere a bada il colesterolo cattivo. Con l'aiuto di un prezioso alleato...

Sanihelp.it - Una dieta bilanciata, per essere tale, non deve essere solo finalizzata al dimagrimento o al controllo del peso, ma anche e soprattutto al mantenimento di un buono stato di salute. Il che passa attraverso il controllo alimentare del colesterolo
La parola colesterolo deriva dal greco chole (bile) e steros (solido), e dal latino oleum (olio). È una molecola lipidica sterolica, presente in tutti i tessuti, prodotta endogenamente dalle cellule del fegato per i fabbisogni dell'organismo, ma anche introdotta nel corpo attraverso l'alimentazione.

Il colesterolo è contenuto principalmente in cibi di derivazione animale, ricchi di grassi saturi (tuorlo d'uovo, frattaglie, burro, formaggi grassi, frutti di mare, carne rossa e salumi grassi). I cibi di derivazione vegetale, come frutta, verdura, cereali, noci e semi vari, invece, non contengono colesterolo.

Per evitare un accumulo di colesterolo dannoso per l’organismo, e responsabile della formazione di placche aterosclerotiche che occludono le pareti dei vasi sanguigni, il colesterolo alimentare gioca un ruolo fondamentale. La quantità di colesterolo introdotto con la dieta non dovrebbe superare i 300 mg al giorno.
Un limite, questo, che è possibile mantenere scegliendo oli e alimenti di origine vegetale freschi, pollame, tagli magri di carne rossa, pesce, latte parzialmente scremato e cereali integrali

Ma non bisogna ritenere che i grassi animali si nascondano solo nei secondi piatti: anche i dolci sono a rischio colesterolo, perché nella maggior parte dei casi contengono burro e latte.
Accanto all’indicazione di consumare con moderazione questi cibi, i progressi fatti dalla tecnologia alimentare ci permettono di potenziare gli effetti della dieta anticolesterolo grazie all’aiuto di alimenti funzionali come Danacol di Danone, una gustosa bevanda a base di latte fermentato addizionata di steroli vegetali in grado di limitare l’assorbimento del colesterolo cattivo nell’intestino e, di conseguenza, di ridurne il livello.

Nell’ambito di una dieta bilanciata e di un sano stile di vita, per ottenere risultati nella riduzione del colesterolo è utile consumare una bottiglietta al giorno di Danacol dopo uno dei pasti, che contiene 1,6 g di steroli vegetali: innumerevoli test dimostrano, infatti, che la quantità di steroli da assumere giornalmente deve essere compresa tra 1 e 3 g al giorno. Il tutto a vantaggio anche di quanti desiderano dimagrire o comunque tenere sotto controllo il proprio peso: Danacol infatti è un prodotto magro senza zuccheri aggiunti, con solo l’1,1% di grassi.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti