Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Conosciamo i fitosteroli

Steroli vegetali: gli spazzini del colesterolo

di
Pubblicato il: 22-04-2008

Si servono degli stessi meccanismi di trasporto, ma ne riducono l'assorbimento: che rapporto c'è tra fitosteroli e colesterolo?

Sanihelp.it - I fitosteroli sono componenti naturali della cellula vegetale, importanti per la prevenzione e il controllo dei livelli di colesterolo nel sangue. In natura se ne conoscono circa 40, sono naturalmente presenti nell'alimentazione ma in quantità insufficiente per essere efficaci. Gli alimenti più ricchi in steroli vegetali sono gli oli vegetali (fino a 2,5g/100 g) e la frutta secca (fino a 0,7g/100g). Anche la frutta e la verdura ne contengono, ma in quantità minore (fra 0,01g 0,2 g/100g).

Consumati in quantità sufficiente, gli steroli sono in grado di ridurre l'assorbimento intestinale del colesterolo alimentare. In effetti queste molecole hanno una formula chimica molto simile a quella del colesterolo, del quale utilizzano gli stessi meccanismi di trasporto per entrare nell'organismo.

Gli studi clinici condotti in pazienti con ipercolesterolemia hanno dimostrato che il consumo quotidiano di una quantità compresa tra 1 e 3 g di fitosteroli induce una riduzione dal 5 al 15 % del livello plasmatico di LDL-colesterolo. È stata, inoltre, osservata una riduzione plasmatica significativa del colesterolo totale.
Per questo motivo gli alimenti funzionali arricchiti in fitosteroli (i quali vengono estratti da semi oleaginosi come la soia o da altri vegetali come il pino) offrono una valida alternativa non farmacologia al trattamento dei lievi innalzamenti della colesterolemia (colesterolo totale tra i 200 e i 239 mg/dL) così frequenti nella popolazione adulta.

Non solo: altri studi clinici effettuati su pazienti con ipercolesterolemia in trattamento con statine attestano come l'associazione di tali farmaci con alimenti arricchiti con fitosteroli determini un effetto additivo sulla riduzione dei livelli plasmatici di colesterolo totale e di LDL-colesterolo.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti