Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Fratture: ecco il palloncino che ti rimette subito in piedi

di
Pubblicato il: 23-04-2008
Sanihelp.it - Nella maggior parte dei casi, ovvero 9 volte su 10, le fratture vertebrali da trauma non presentano alcun deficit neurologico (cioè conseguenze per il midollo spinale). Si tratta infatti di fratture causate prevalentemente dallo schiacciamento del corpo vertebrale. 
Queste fratture possono oggi essere trattate con la Cifoplastica con Palloncino, una tecnica chirurgica mininvasiva messa a punto per risolvere gli inconvenienti determinati da una frattura da compressione del corpo vertebrale, come dolore intenso alla schiena e difficoltà motorie e posturali. 

L’intervento, della durata inferiore a un’ora, è eseguito in anestesia locale o generale: il palloncino, inserito per via percutanea, viene gonfiato in modo da riportare il corpo vertebrale collassato quanto più possibile vicino all’altezza originale. Solo quando la vertebra è stata sollevata al meglio, si procede con l’inserimento di uno speciale cemento osseo, biologico e rimodellabile dal corpo umano, recentemente messo a punto per i casi di frattura vertebrale di origine traumatica. Dopo l’intervento, il paziente rimane in osservazione per qualche ora, ma risolve immediatamente i suoi sintomi dolorosi. 

La cifoplastica ha indicazioni ben precise: la frattura deve essere stabile, quindi deve rispettare la parete posteriore della vertebra e l’arco posteriore vertebrale, non vi deve essere coinvolgimento del midollo e delle radici nervose e l’età del paziente non deve superare i 50/55 anni. Inoltre il paziente deve essere in buone condizioni generali e non avere patologie particolari tipo: diabete o malattie cardio-respiratorie.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti