Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Disturbi psichici: mezzo milione di italiani in cura

di
Pubblicato il: 09-05-2008
Sanihelp.it - Oggi il malato psichiatrico è diverso da quello di 30 anni fa. I problemi più diffusi sono la depressione, l’ansia, i disturbi della personalità, quello collegati all’uso di sostanze, il controllo degli impulsi e i disturbi del comportamento alimentare. Diversi, infine, sono i fattori di rischio: psicosociali, medico-biologici, di genere, genetici e ambientali. 

Secondo uno studio condotto in 707 Centri di Salute Mentale realizzato tra il 2004 e il 2006 dal Centro Studi e Ricerche in Psichiatria di Torino in collaborazione con la Società Italiana di Psichiatria, gli italiani che accusano disturbi mentali sono circa due milioni. Al momento della rilevazione dei dati i pazienti in trattamento attivo in 626 CSM italiani sono 457.146, in media in ogni CSM ci sono 730 pazienti in trattamento attivo. Il totale dei pazienti nuovi accessi registrati nell’anno 2004 è di 234.797. Il 37.68% dei casi nuovi accessi è, al momento della rilevazione, in trattamento attivo. Il 25% dei pazienti in trattamento attivo ha ricevuto un intervento esterno alla sede dell’ambulatorio (domiciliari, interventi presso altri servizi non psichiatrici o presso luoghi di lavoro).
La fascia di età più colpita è quella dei giovani adulti (18-44 anni), e le donne in cura sono più (56.54%) degli uomini.

La diagnosi più frequente, con quasi centoventimila casi, è quella relativa alle psicosi (29.14%) di cui soffrono in misura simile sia gli uomini che le donne, seguita dai disturbi dell’umore (24.97%) e dell’ansia (22.25%), che colpiscono quasi il doppio di donne rispetto agli uomini.
Rispetto alle persone già in cura, nei nuovi accessi si dimezzano i disturbi dell’area psicotica mentre aumentano i disturbi d’ansia.

Per il 13,2% dei CSM l’accesso al servizio è vincolato a un invio da parte di un medico. Per il 63,9% dei CSM l’accesso al servizio è regolato dal pagamento di un ticket (esclusi gli esenti).
Nel 59,3 % dei casi esiste la lista d’attesa tra la richiesta di un primo colloquio e l’effettuazione del primo colloquio stesso (escluse le urgenze). La media italiana di attesa di un primo colloquio è di 7,80 giorni. 


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
SocietÓ Italiana di Psichiatria

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti