Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Danno renale e progressione delle malattie cardiovascolari

di
Pubblicato il: 12-05-2008
Sanihelp.it - Le persone con progressiva perdita della funzionalità renale registrano una maggiore probabilità di restrizione delle arterie del collo, con più elevata possibilità di infarto e problemi cardiovascolari.

Ricercatori dell’Università del Colorado hanno seguito 3364 pazienti affetti da patologie renali di differente gravità e ne hanno monitorato la progressione delle malattie che possono interessare le arterie del collo.
Il 16,4% dei partecipanti allo studio, affetti da malattie renali croniche, registrano un ispessimento annuo delle arterie del collo di 0,02 mm.
Più grave è il danno renale maggiore è l’ispessimento delle arterie del collo.

L’ aterosclerosi, quindi, progredisce tanto più quanto più avanzato è il danno renale.
Le relazioni fra malattie renali e malattie cardiovascolari sono numerose e ampiamente documentate, mentre le relazioni che legano il danno renale alla progressione delle malattie cardiovascolari sono ancora poco note e scarsamente documentate.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Reuters Health

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti