Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Dolore a schiena e testa: per le donne passa dai denti

di
Pubblicato il: 14-05-2008
Sanihelp.it - Nel nostro Paese il mal di schiena è il secondo motivo, dopo il raffreddore, che spinge a recarsi dal medico di famiglia. Secondo i dati della Società italiana di Ortopedia e Traumatologia (Siot), nel 2006 quasi l'80 per cento degli italiani ne ha sofferto almeno una volta, al punto da essere una delle prime cause di assenza di lavoro. 
A provocare il dolore alla schiena può essere una parte del corpo insospettabile: i denti. E lo stesso si può dire anche per chi soffre di cefalea, cervicale, dolori facciali vicino all'orecchio, blocchi della mandibola e vertigini. 

«In termini tecnici, si parla di malocclusione dentale e problemi posturali - afferma Alessandro Beraldi, odontoiatra di Milano perfezionato in Posturologia e Gnatologia clinica e consulente del reparto di Posturologia Sportiva dell'Università Bicocca -. Il modo in cui si tengono bocca e lingua e la maniera in cui combaciano le due arcate, sia durante la masticazione sia a riposo, possono creare non pochi problemi». 
I disturbi fisici possono dipendere anche da altre cause, come un cattivo appoggio dei piedi o problemi alla vista: una visita accurata è necessaria per appurarne l'origine. 

Lo stress, in particolare, è un fattore che agisce sulla struttura anatomica delle persone causando, in caso di occlusione imperfetta della bocca, mal di testa, dolore alla schiena e disturbi muscolari. Ne soffrono sempre di più le giovani donne: «Nel mio studio - prosegue Beraldi - quattro pazienti su dieci hanno tra i venti e quarant'anni. Un'altra grossa fetta è costituita dagli under 18 (40%), mentre gli uomini sono il rimanente 20 per cento». 

Le cause che portano il gentil sesso a essere la categoria più colpita sono sia fisiche sia culturali. «Oggi le donne sono super-impegnate tra studio, lavoro, casa e famiglia - osserva l'odontoiatra - Per cultura ed educazione hanno forse meno occasioni per dare sfogo alle tensioni e di solito hanno anche un fisico meno strutturato e robusto. Alla fine si ritrovano con disturbi che, oltre a comportare dolore, peggiorano con il passare degli anni fino a diventare cronici e dunque irreparabili: per esempio alterazioni della curvatura della colonna vertebrale possono essere causa di lombalgie, sciatalgie ed ernia». 

La posturologia, pur non eliminando le cause dello stress, risolve i problemi strutturali che provocano i disturbi fisici. «Fino ai 14 anni - conclude Beraldi - è più facile intervenire per correggere un problema posturale mediante l'utilizzo di attivatori. Superati i 25 i tempi per raggiungere risultati si dilatano e i benefici sono parziali: per questo il consiglio è di intervenire il più presto possibile, magari anche da bambini».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti