Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Tumori: sale a 77% sopravvivenza tra i giovani

di
Pubblicato il: 14-05-2008
Sanihelp.it - I tumori colpiscono con sempre maggior frequenza anche i giovani tra i 15 e i 39 anni: sono quasi 16 mila i soggetti interessati in questa fascia di età, ma la nota positiva è che il 77% di loro riesce a tagliare il fatidico traguardo dei 5 anni dalla prognosi di tumore maligno. 

Questo è quanto emerge dal rapporto I tumori negli adolescenti e nei giovani adulti, frutto della collaborazione tra Istat, Istituto Superiore di Sanità e Associazione per la lotta ai tumori nell’età giovanile, presentato a Roma. 
Dei 16.000 nuovi tumori registrati in Italia ogni anno tra adolescenti e giovani adulti, 6.500 colpiscono il sesso maschile (64 nuovi casi di tumore ogni 100.000 residenti), mentre nelle donne si raggiunge quota 9.400 (94,5 nuovi casi ogni 100.000 residenti). 

I tumori della mammella sono di gran lunga la forma neoplastica più frequente nel sesso femminile (2.420 nuovi casi), mentre i tumori del testicolo hanno il primato tra gli uomini con 1.037 casi. Seguono i melanomi della pelle (più frequenti nelle donne), i linfomi di Hodgkin (con frequenza analoga nei due sessi) e i linfomi non-Hodgkin (che colpiscono più gli uomini). 

Come sottolineato dai ricercatori Istat autori dello studio, le donne presentano un’incidenza più elevata rispetto agli uomini, ma non per le neoplasie maggiormente letali. 
Dal rapporto emerge che a distanza di 5 anni dalla prognosi di tumore maligno sopravvive il 77% dei giovani tra i 15 e i 39 anni (71% degli uomini e 80% delle donne). «Questi valori relativi all’Italia - ha sottolineato Alessandra Burgio, ricercatrice dell’Istat - sono più elevati rispetto ai valori medi dell’Europa. Inoltre, negli anni 1985-1999 si è osservato un generale aumento della sopravvivenza: sono migliorati gli esiti per i tumori del testicolo (96% di sopravvivenza) e della mammella (84%), per la cervice uterina e per i linfomi di Hodgkin; al contrario per i tumori dell’encefalo, della trachea, dei bronchi e dei polmoni non si sono avuti guadagni consistenti».

Secondo il Rapporto, i decessi per tumore maligno tra i giovani sono oltre duemila ogni anno. Rispetto alla mortalità complessiva, i tumori maligni rappresentano il 12% delle morti nei maschi e il 34% nelle femmine. In questi ultimi anni, però, i livelli di mortalità nella fascia 15-39 anni si sono ridotti del 29% nei maschi e del 26% nelle femmine. «Questo calo - ha concluso Burgio - è significativamente più elevato di quello osservato nei pazienti ultraquarantenni».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti