Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

E ora pedala

Scegli la bicicletta e poi pedala

di
Pubblicato il: 14-05-2008

Prima di scegliere la bicicletta come mezzo preferenziale per un viaggio o un allenamento è bene tenere presente alcune piccole attenzioni. L'imprudenza può giocare brutti scherzi

Sanihelp.it - Ci sono tantissime cose da sapere prima di cimentarsi in un allenamento o in un viaggio in bicicletta. Proviamo a puntare l’attenzione su qualcuna.

Come scegliere la bicicletta? Ne distinguiamo tre tipi: la bicicletta da città (serve a spostarsi in città o su strade asfaltate, per una passeggiata. Spesso dotata di cestino e portapacchi), la bicicletta da corsa (lunghi percorsi su strada o pista. Leggera, sottile e slanciata, manubrio basso e ruote sottili) e la mountain bike (ti porta ovunque, dal mare, alla campagna, alla montagna. Buona stabilità sul terreno e capacità di ammortizzare i colpi). La scelta deve tenere presente l’uso che intendiamo farne, l’ideale è farsi consigliare da uno specialista. La bicicletta andrà regolata anche sulla base della propria morfologia corporea, questa attenzione eviterà traumi e consentirà di pedalare con più agio.
Imparate anche quei piccoli trucchi di manutenzione, possono sempre tornare utili, soprattutto se non siete dietro casa.

Attenzione ai pericoli che potete incontrare, tutte le strade, siano esse di città o di campagna, possono celare insidie.
Proteggetevi dagli insetti usando occhiali, visiere e caschetti; se tentate di scacciarli, attenti a non perdere il controllo della vettura con manovre repentine. Attenti anche a cani e gatti che possono tagliarvi la strada all’improvviso.
Se vi muovete in città, il maggior pericolo è rappresentato senza dubbio dalle auto. Preferite strade poco trafficate, tenete la destra, segnalate per tempo i cambi di corsia o di direzione, state attenti allo spazio necessario ai vostri bagagli posteriori (se ne avete), dotate voi stessi e la bicicletta di rifrangenti in caso di pioggia, nebbia o quando cala la sera. Accendete i faretti se diminuisce la visibilità.
In città, ma anche in campagna o in montagna, attenti alle buche o ai dislivelli di terreno, possono essere pericolosi.
Portatevi sempre qualcosa che possa ripararvi in caso di pioggia. Sempre meglio evitare di farsi sorprendere impreparati di fronte a un temporale.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti